Ti sarà inviata una password per E-mail
LUGANO (SVIZZERA) | LAC Lugano Arte e Cultura | 30 gennaio – 1 maggio 2016

È dedicata ad un protagonista dell’arte contemporanea svizzera la mostra personale che il LAC Lugano Arte e Cultura porta nella sede del Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI Lugano) a Lugano dove sono esposte le opere dell’artista bernese Markus Raetz (1941).
Raetz rappresenta una delle voci più significative degli artisti elvetici contemporanei, la sua ricerca, a partire dagli Anni Sessanta, si concentra nel restituire, agli occhi dell’osservatore, una visione particolare del mondo: ogni sua opera, infatti, apre un dialogo stimolante e attivo con lo spettatore e sottolinea l’aleatorietà della visione e la singolare percezione che ogni sguardo ha del visibile e della realtà.

Markus Raetz, MASI Lugano, Lugano (Svizzera)

Nel museo luganese, che vuole essere un ponte ideale tra culture artistiche del Nord Europa e del Sud Europa, riunisce oltre 150 opere dell’artista di cui si raccolgono parole, forme primarie, volti, oggetti indicativi del suo peculiare e singolare linguaggio: tra approccio ludico e intensamente concettuale, Raetz si muove tra incisioni, disegni e sculture le cui immagini raccontano una realtà complessa attraverso forme e contenuti solo apparentemente semplici e di facile accesso.
Molta attenzione viene dedicata alla sua opera incisa che, attraverso le molteplici tecniche offerte, gli hanno permesso di maturare percorsi e visioni di notevole libertà, con creazioni inesprimibili con la pittura e il disegno: sono presenti lavori che vanno dalle serie degli Anni Settanta (importante il soggiorno alla Gerrit Rietveld Academie di Amsterdam) fino a quelle più recenti e meditative sulla tecnica del bulino. Varie anche le tecniche che comprendono l’acquaforte, l’acquatinta, la punta secca, l’eliografia.
Il carattere sperimentale di Raetz si dichiara anche nelle opere scultoree che animano questo allestimento, che, spesso, hanno la caratteristica di trasformarsi letteralmente sotto gli occhi dei visitatori, accentuando la loro natura metamorfica a seconda del punto di vista scelto per osservarle: parole diventano il loro contrario (Yes-No), un uomo diventa la lepre, nulla, insomma, si mantiene per quello che è in realtà e gli opposti convivono.

Markus Raetz, MASI Lugano, Lugano (Svizzera)

Per la sua prima mostra monografica nel museo ticinese, nata da una collaborazione con il Kunstmuseum di Berna e il Musée Jenisch di Vevey, che hanno già ospitato questo progetto, Raetz ha voluto inoltre celebrare questa importante occasione presentando l’inedita installazione dal titolo Chambre de lecture, opera che, mai presentata al pubblico, diventa un punto di fondamentale contatto con la sua poetica.
In uno spazio dedicato, La Chambre de lecture si compone di 432 profili in filo di ferro ordinatamente disposti su una parete neutra: animandosi al variare dei flussi d’aria, anche minimi, questi labili profili lasciano allora cogliere il diverso atteggiamento e le diverse espressioni delle figure e del dialogo-confronto tra queste. Le teste dondolano, si muovono leggere, sempre lasciandoci, dopo un’iniziale ironia divertita, il tempo per una riflessione maggiore dove dimensione universale e intima si mescolano continuamente senza soluzione di continuità.
Per la mostra – a Chambre de lecture in particolare – è dedicata la grande monografia con 360 immagini con una selezione di fotografie a colori dell’atelier dell’artista realizzate dal fotografo Alexander Jaquemet.

Markus Raetz
a cura di Francesca Bernasconi
promossa da LAC Lugano Arte e Cultura
in collaborazione con Kunstmuseum, Berna e Musée Jenisch, Vevey
con il sostegno di Credit Suisse
catalogo Edizioni Casagrande con testi di Francesca Bernasconi e Marco Franciolli (direttore MASI Lugano)

30 gennaio – 1 maggio 2016

MASI Lugano
piazza Bernardino Luini 6, Lugano (Svizzera) 

Orari: martedì, mercoledì e domenica 10.30-18.00; giovedì, venerdì e sabato 10.30-20.00; chiuso lunedì; apertura straordinaria lunedì 28 marzo 2016 10.30-18.00
Ingresso intero CHfr15.00; ridotto AVS/AI, over 65 anni, gruppi, studenti 17-25 anni CHfr10.00; ingresso gratuito minori di 16 anni, la prima domenica del mese, sabato 12 e domenica 13 settembre
Biglietto combinato con Palazzo Reali intero CHfr18.00; ridotto AVS/AI, over 65 anni, gruppi, studenti 17-25 anni CHfr12.00; l’acquisto del biglietto dà diritto anche all’ingresso all’esposizione “Aleksandr Rodcenko” e alla collezione permanente “Nuove consonanze” (a partire dal 28 febbraio 2016) 

Info: +41 (0)58 866 4230
info@masilugano.ch
www.masilugano.ch

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi