BOLOGNA | L’Ariete artecontemporanea | 14 novembre – 9 gennaio 2016

L’Ariete artecontemporanea inaugura nella sua sede di Bologna una personale dedicata al fotografo Luciano Leonotti che, in questa occasione, presenta al pubblico della galleria una serie di opere derivate dal suo ultimo lavoro che è ancora in progress.
Il tema portante di questa esposizione, come dichiara il titolo, sono i rituali, quotidiani e celebrativi, dei nostri comportamenti identitari e sociali.

Luciano Leonotti, Agoraie, Chiavari, 2011 Courtesy L'Ariete artecontemporanea, Bologna

Il percorso espositivo si dipana attraverso trentasei scatti selezionati all’interno di un ciclo ben più ampio e, come si diceva, ancora aperto in cui i “riti italiani” si fissano nella sua fotografia – in formato quadrato e scattati con fotocamera 6×6 – a evidenziare come il confine di queste esperienze sia mobile, sottile, trasparente e permeabile.
Tolto il selfie, rito contemporaneo che Leonotti sceglie di non considerare in quanto icona “tautologia e scontata” del nostro tempo, in queste opere si ammirano immagini di tableau vivant che suggeriscono la visione della “messe in posa” spontanee dei soggetti rappresentati. Leonotti coglie, infatti, queste presenze nella loro immediatezza e spontaneità, pur dichiarando quella precisa attenzione che rivolge alla composizione che caratterizza le sue inquadrature come se le figure ritratte rispondessero a precise scelte formali.

Luciano Leonotti, Roma, 2005 Courtesy L'Ariete artecontemporanea, Bologna

Traspare allora allo sguardo una sottile ambiguità che rende fragile il confine tra quanto appare come frutto della finzione e dell’immaginazione e quello della schietta realtà.
I riti accolgono chi osserva rendendolo al contempo interprete e spettatore: la fotografia, diretta e senza filtri, porta a scoprire, poco per volta, il senso dei nostri comportamenti sociali, comunitari e quelli che sono proprio della nostra identità. Osservando si decide se farli nostri, rifiutarli, rispecchiarvici, accettarli o, semplicemente, osservarli.

Luciano Leonotti, Taggia, 2008 Courtesy L'Ariete artecontemporanea, Bologna

Queste “icone comportamentali” aprono allora il loro senso al nostro animo, sono elementi di messa in prova del nostro tempo e del nostro starvi dentro, sono un modo per rendere consapevoli su disagi, condotte, atteggiamenti, nevrosi, certezze… Sono lo specchio in cui si esibisce la complessa matassa della nostra esistenza. 

Luciano Leonotti. Rituali. fotografie 

14 novembre 2015 – 9 gennaio 2016
Inaugurazione sabato 14 novembre 2015 ore 18.00 

L’Ariete artecontemporanea
via D’Azeglio 42, Bologna 

Orario: lunedì, giovedì, venerdì e sabato 15.30-19.30; martedì e mercoledì 15.30-17.30; chiuso 8, 25, 26 dicembre 2015, 1 e 6 gennaio 2016

Info: +39 348 9870574
www.galleriaariete.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •