Ti sarà inviata una password per E-mail
99objects | Art project

Intervista a PETRIPASELLI di Matteo Galbiati

In occasione del lancio del primo e del secondo “capitolo” di 99objects – il nuovo complesso progetto di ricerca del duo artistico bolognese, costituito nel 2007, PetriPaselli (Matteo Tommaso Petri e Luciano Paselli) – abbiamo voluto intervistare la coppia di artisti per comprendere l’anima di questo lungo lavoro che li impegna su uno dei temi cari alla loro ricerca come il collezionismo.

PetriPaselli (Matteo Tommaso Petri e Luciano Paselli)

PetriPaselli (Matteo Tommaso Petri e Luciano Paselli)

Per il decennale del loro sodalizio ecco il racconto di questa importante produzione:

Quando e come nasce 99objects?
Il progetto nasce i primi mesi del 2017 in seguito alla mostra Chiuso per malattia presso lo spazio Adiacenze di Bologna. In quella occasione ci siamo chiesti quale fosse il limite tra collezionismo e scienza oltre che la differenza tra collezionismo come hobby o come patologia. C’è stato uno slittamento del nostro interesse dal piano autobiografico a quello più generale e oggettivo, forse anche per mettere ordine al nostro archivio di esperienze e ricerche.

Tema chiave è il complesso universo del collezionismo: come lo analizzate? Che visione ne date?
Non diamo risposte. Mostriamo quanto sia vasto e sconosciuto il mondo sotterraneo del collezionismo, dando particolare attenzione ai “collezionismi popolari” e la loro connessione con la contemporaneità.

PetriPaselli, 99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays

PetriPaselli, 99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays

Parlate di “collezionismi”, quali tipologie individuate? Che approccio si ha al collezionismo attraverso 99objects?
Si potrebbe parlare di infiniti “-ismi”: dal collezionismo che riempie vuoti legati all’infanzia a quello da investimento, da quello che nasce da passioni di famiglia a quelli che sfociano ad accumuli senza forma e patologici. 99objects si propone di analizzare nel tempo le linee di confine tra un collezionismo e l’altro.

Cosa significa per voi “collezionismo” e “collezionare”?
Significa avere a portata di mano una mappa visiva della propria esperienza, raccogliendo oggetti che siano catalizzatori di un determinato periodo o luogo specifico. La collezione cresce e invecchia insieme al collezionista e in questo senso diventa una estensione della persona stessa.

Il vostro intervento risulta complesso anche per le aree differenti in cui si sviluppa: abbiamo il publishing, il blog, lo shop. Come e in cosa si differenziano?
99objects è un progetto di ricerca che non si esaurisce nell’ambito artistico. L’area publishing consiste nell’enciclopedia vera e propria: una collana di 99 libri che non sono concepiti come libro d’artista e sono pensati per una distribuzione di media-grande scala. Nella sezione blog del sito 99objects.it riportiamo una serie di curiosità legate all’oggetto del numero cartaceo in corso: in pratica una serie di schede di approfondimento che compensano la totale assenza delle parole dell’edizione cartacea. All’interno dello shop invece sono presenti, oltre ai volumi dell’enciclopedia, una serie di oggetti prodotti in collaborazione con grafici e designer che lavorano insieme a noi sull’estetica degli oggetti dei diversi libri: poster a edizione limitata, gadget, sculture e prototipi di oggetti di design.

PetriPaselli, Souvenir di Siracusa, Souvenir d'Italie (99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays)

PetriPaselli, Souvenir di Siracusa, Souvenir d’Italie (99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays)

Affrontate l’oggetto e riproponete la documentazione in un libro d’immagini, poi la dimensione “teorica”, scritta, che passa attraverso il blog, infine, nello shop, si acquistano i numeri della rivista-libro, ma anche vi si trovano altre opere e pure lavori che avete realizzato con altre collaborazioni. Non rischiate di disperdere energie o distrarre lo sguardo su orizzonti diversi?
È un progetto che rispecchia la complessità del tema trattato. Ha diversi livelli di lettura a seconda dell’attenzione e dell’interesse mostrato dal “visitatore”. Nel tempo si creeranno pubblici diversi che seguiranno solo il blog o, al contrario, saranno più interessati a completare l’enciclopedia cartacea. È un progetto in bilico tra l’arte, il design e l’editoria.

Quale approccio deve avere lo spettatore? Come deve leggere la vostra proposta?
Con ironia e curiosità. Lo spettatore “modello” deve lasciarsi affascinare dall’avventura e da un mondo che sembra frivolo ma che è tutt’altro, nascondendo legami con il mondo socio-economico circostante, con l’antropologia, la psicologia, la letteratura e tanto altro.

PetriPaselli, Porto Canale di Bellaria, Souvenir d'Italie (99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays)

PetriPaselli, Porto Canale di Bellaria, Souvenir d’Italie (99objects, Issue 1/99, Souvenir Ashtrays)

Questo progetto è totalmente autoprodotto, perché questa scelta di autonomia? Su quali risorse vi basate?
È un progetto talmente vasto, vario e fuori dagli schemi che era impossibile trovare un partner unico. Non avrà una evoluzione lineare e prestabilita. Abbiamo deciso di mantenere il pieno controllo dell’evoluzione del progetto scegliendo di volta in volta partner diversi e specifici a seconda della tematica trattata.

Quando pensate si potrà chiudere questo lavoro? La sua complessità ne dilata le tempistiche…  Avete fatto previsioni? Avete limiti, obiettivi e tempi prestabiliti o preventivati?
Mantenendo un ritmo di una pubblicazione ogni 3-4 mesi finiremo di stampare tra 33-35 anni. È un periodo che spaventa, ma allo stesso tempo mette in gioco un aspetto molto interessante: il rapporto di potere tra noi e i nostri acquirenti/collezionisti. Solo noi possiamo decidere i tempi, i modi e le quantità di collezioni da portare a termine. È un atto di fiducia nei nostri confronti e nei confronti della vita stessa! Dove saremo tutti tra 35 anni?

PetriPaselli, 99objects, Issue 2/99, Keyrings

PetriPaselli, 99objects, Issue 2/99, Keyrings

Come prosegue il resto della vostra attività? Avete altri progetti in corso o di prossima realizzazione oltre a 99objects?
Abbiamo diversi progetti, più o meno legati con 99objects. In questi giorni stiamo definendo una collaborazione con la Fondazione Museo Ettore Guatelli di Ozzano Taro, Parma… Sarà una bella sfida.

PetriPaselli. 99objects

Publishing, blog & shop

Info: www.99objects.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi