Ti sarà inviata una password per E-mail
REGGIO EMILIA | Galleria de’ Bonis | 1-20 febbraio 2014 e 22 febbraio – 15 marzo 2014

In occasione della recente Arte Fiera di Bologna la Galleria de’ Bonis aveva presentato uno stand dedicato ad una personale su Renato Guttuso (1911-1987) ed ora, negli spazi della sua sede di Reggio Emilia, prosegue questa approfondita indagine monografica sull’artista siciliano.
Sono due le esposizioni che si susseguiranno una dopo l’altra nelle quali, in due tempi e con ricche testimonianze di opere assai diverse, si ripercorrerà la ricerca e la storia di Guttuso il cui sguardo ha saputo registrare l’evolversi della società italiana di cui sempre è stato attento e recettivo testimone di cambiamenti non solo artistici, ma anche sociali.
La scelta di dividere in due momenti il percorso espositivo è orientata ad una migliore resa e testimonianza delle varie tematiche affrontate dall’artista, qui esibite attraverso opere di grande valore e con pezzi rari e singolari. Ogni decennio della sua attività sarà documentato con tutti quei soggetti che ne hanno caratterizzato la visione, dalle nature morte alle “scene di genere”, passando per la raffigurazione dei luoghi a lui più cari.

Renato Guttuso, Natura morta, 1962, olio su tela, 50x60 cm Courtesy Galleria de' Bonis

La ricercatezza delle scelte compiute per queste due mostre si evince anche da alcune presenze curiose come il bozzetto per un costume teatrale (provvisto di campione di stoffa quale nota per il costumista) o l’intrigante autoritratto ideale in cui ritrae solamente una mano, la sua tavolozza e una rosa, emblematico esempio della sua articolata personalità. Completano l’insieme delle opere anche quattro lavori originali della serie da cui furono realizzati i suoi famosi Tarocchi.
La variabilità della riflessione e del temperamento di Renato Guttuso non sono dipanati solo attraverso i vari soggetti, ma anche attraverso le tecniche da lui adottate che accostano, in questa occasione, i famosi olii, le chine e i disegni. Esempi differenti che indicano i diversi approcci e le peculiari metodologie adottate dal maestro di Bagheria.
Queste due mostre, dopo l’esposizione a Reggio Emilia, proseguiranno in altre gallerie in Italia. Al momento sono state confermate le tappe a Firenze e a Roma

Guttuso. Pittura senza tempo

1-20 febbraio 2014 e 22 febbraio – 15 marzo 2014

Galleria de’ Bonis
Viale dei Mille 44/B, Reggio Emilia 

Orario: da martedì a sabato 10.00-13.00 e 16.00-19.00; giovedì 10.00-13.00

Info: +39 0522 580605; +39 338 3731881
info@galleriadebonis.com
www.galleriadebonis.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi