Ti sarà inviata una password per E-mail
VENEZIA | Sala Cesetti – Hotel Bauer | 5-7 settembre 2013

Prosegue l’attività di Zuecca Project Space – progetto inaugurato nel 2012 in collaborazione con Palazzo Grassi – che promuove eventi e iniziative legate all’arte contemporanea in ogni sua espressione, guardando sempre ai momenti culturali di Venezia e alle sue relazioni internazionali e, soprattutto, alla sua peculiare apertura all’Oriente.
In concomitanza con la Mostra del Cinema di Venezia e parallelamente all’esposizione Disposition – evento collaterale della 55. Biennale d’Arte – propone una selezione di video di Ai Weiwei, il più noto e grande artista cinese dissidente, in una tre giorni di proiezioni 
con i video-documentari realizzati e selezionati dall’artista stesso. Ogni giorno si potrà assistere alla proiezione di due suoi diversi lavori, ripercorrendo, dal 2004 ad oggi, il suo impegno 
anche nel campo della produzione di documentari, tutti firmati Ai Weiwei Studio. Artista, architetto, curatore, Ai Weiwei, è, infatti, anche un filmmaker per passione e formazione: si è diplomato all’Accademia del Cinema anche se i suoi video-documentari sono innanzitutto un mezzo per testimoniare, per svelare, per portare lo sguardo della gente sulla realtà del suo Paese.

La rassegna Ai Weiwei
 Screening Room presenta e indaga il tema, caro all’artista, dei diritti umani e della libertà di espressione. Un argomento sul quale egli torna instancabile e inarrestabile, ricorrendo a tutte le forme della comunicazione e dell’espressione artistica, nonostante il rapporto teso con il governo cinese che lo ha incarcerato e perseguitato.
Aspettano il pubblico tre giorni intensi di proiezioni ininterrotte che si terranno, a ingresso libero, presso la Sala Cesetti dell’Hotel Bauer a Venezia dove saranno in programma Fairytale (2007), Ping’ an Yueqing (2011), Disturbing the Peace (2009), So Sorry (2011) e, infine, l’intero giorno 7 settembre sarà dedicato alla proiezione di Chang’ an Boulevard (2004), che fa parte dei primi quattro video realizzati da Ai Weiwei, basati sull’osservazione di Pechino. Ore e ore di filmati di analisi sullo stato delle strade, lo scenario, i comportamenti, le trasformazioni del paesaggio urbano in un sistema di economia pianificata alla maniera socialista. Chang’ an Boulevard si compone di 608 frame di un minuto ciascuno – la durata totale è di oltre 10 ore – di singoli segmenti del grande viale di 45 chilometri, che taglia a metà da est a ovest Beijing, capitale della Cina per oltre 600 anni.
Ai Weiwei Screening Room è occasione per conoscere e approfondire meglio l’opera di un grande artista contemporaneo che continua con la sua arte a dichiararsi libero, a cercare la verità e a scardinare il potere.

Ai Weiwei. Screening Room
progetto satellite di Zuecca Project Space
direttore Alessandro Possati
cura scientifica di Maurizio Bortolotti

5-7 settembre 2013

Orari: 14.00-23.00
Ingresso libero 

Programma:

giovedì 5 settembre 2013
Fairytale, 2007, 152′ (inglese)
Ping’ an Yueqing, 2011, 142′ (cinese)

venerdì 6 settembre 2013
Disturbing the Peace, 2009, 79′ (cinese)
So Sorry, 2011, 55′ (cinese-inglese)

sabato 7 settembre 2013
Chang’ an Boulevard, 2004, 10h 13′

Sala Cesetti, Hotel Bauer
San Marco 1459, Venezia

Info: www.zueccaprojectspace.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi