Ti sarà inviata una password per E-mail
LAGO d’ISEO | da giugno 2016

di SILVIA CONTA

Nel giugno 2016 il Lago d’Iseo ospiterà The Floating Piers, il nuovo progetto di Christo, il primo su larga scala dai tempi di The Gates, realizzato nel 2005 a New York ancora assieme a Jeanne-Claude, venuta a mancare nel 2009. Lo hanno annunciato, l’artista e Germano Celant, martedì scorso a Roma nell’Auditorium Maxxi – Museo nazionale delle arti del XXI secolo.

Christo The Floating Piers (Project for Lake Iseo, Italy) Collage 2014 17 x 22" (43.2 x 55.9 cm) Pencil, wax crayon, enamel paint, photograph by Wolfgang Volz, map, fabric sample and tape Photo: André Grossmann © 2014 Christo

Per 16 giorni sulla superficie del lago fluttuerà una gigantesca struttura, in cui 70.000 metri quadri di tessuto giallo cangiante saranno sostenuti da un sistema modulare di pontili galleggianti costituiti da 200.000 cubi in polietilene ad alta densità. Questo sistema consentirà alla struttura di affiorare a pelo d’acqua e seguire il movimento delle onde.

Christo (right) with Project Director Germano Celant (center) and Vladimir Yavachev (left) July 2014 Photo: Wolfgang Volz © 2014 Christo

I visitatori potranno percorrere The Floating Piers per la sua intera lunghezza, che si svilupperà in modo circolare da Sulzano a Monte Isola e fino all’isola di San Paolo, creando sulle acque del lago un percorso pedonale di tre chilometri composto da pontili larghi 16 metri e alti 50 centimetri dai bordi degradanti. Il tessuto sarà dispiegato per un altro chilometro e mezzo lungo una strada pedonale tra Sulzano e Peschiera Maraglio. Dopo i 16 giorni tutti i componenti dell’opera verranno rimossi e dismessi attraverso un processo industriale di riciclaggio.

Ad accompagnare Christo in questa nuova avventura sono Vladimir Yavachev, operations manager, Wolfgang Volz, project manager, Josy Kraft, e Germano Celant come Project Director. Come tutti i lavori della coppia Christo e Jeanne-Claude i fondi per la realizzazione di questo nuovo progetto provengono interamente dalla vendita delle loro opere. Per Christo si tratta di un ritorno entusiasta in Italia, dopo oltre quarant’anni, quando nel 1974 aveva realizzato con Jeanne-Claude The Wall, Wrapped Roman Wall a Roma preceduto da Wrapped Monuments a Milano nel 1970 e da Wrapped Fountain e Wrapped Medieval Tower a Spoleto nel 1968.

Infowww.christojeanneclaude.net

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi