Ti sarà inviata una password per E-mail
CORREGGIO (RE) | Museo “Il Correggio” | 17 gennaio – 15 febbraio 2015

Hyena, Albero, 2009, stampa, 130x90 cmIn occasione della duplice commemorazione della Giornata della Memoria 2015 e del 70° anniversario della liberazione del Campo di Concentramento di Auschwitz al Museo “Il Correggio” dell’omonimo paese in provincia di Reggio Emilia, si inaugura un’interessante e importante mostra che pone attenzione e avvia un’intensa riflessione, condotta attraverso le opere di artisti ebrei e non, sul tema della Shoah.
La collettiva, intitolata La selva oscura, ha come filo conduttore la rilettura di una delle più dolorose e cruente pagine di storia attraverso una chiave metaforica ben precisa che vede nell’albero e nel bosco gli elementi assurti a simbolo.
Nella religione ebraica, infatti, questi elementi naturali ricorrono proprio come allegoria della memoria e, quale metafora di un ricordo da mantenere e preservare, vengono impiegati per commemorare le vittime della Shoah e i cosiddetti “Giusti” – chi non ebreo si è distinto per l’impegno nella salvezza degli ebrei (anche uno solo) dalla furia nazista – ai quali si dedicano, piantandoli, alberi e boschi interi.
Se da una parte, quindi, gli elementi vegetali che vivono rimangono tangibile testimonianza della memoria da preservare per le future generazioni dell’Olocausto, dall’altra possiamo, parafrasando Dante, intendere l’idea di selva, come il luogo dell’oblio e dello smarrimento, quel buio di cecità che ha colto l’umanità intera davanti alla soluzione finale prospettata nei piani nazisti.
Chi visita la mostra, potrà allora confrontarsi con differenti opere che, secondo l’individuale cultura di appartenenza dei rispettivi artisti, concedono interpretazioni sempre diverse e peculiari dell’importante tema che trattano e che resta dovere e necessità ricordare.
La selva oscura è inserita nella piattaforma 70.auschwitz.org che, voluta e realizzata dal Memorial and Museum Auschwitz-Birkenau, è il riferimento ufficiale di tutte le celebrazioni internazionali del 70° anniversario. Qui convergono, in una mappatura globale, tutti gli eventi organizzati per ricordare la liberazione del tristemente famoso campo di concentramento polacco.

La selva oscura
a cura di Margherita Fontanesi
con il sostegno di Comune di Correggio, Museo “Il Correggio”, Galleria de’ Bonis, Bonioni Arte, BonelliLAB, Studio Raffaelli, Fabbrica Eos, Associazione PaRDes, Galleria Restarte, Studio d’Arte Raffaelli
patrocinio della Comunità Ebraica di Modena e Reggio Emilia, Associazione Italia-Israele sezione di Udine
partner KKL Italia Onlus (Keren Kayemeth le Israel)
media partner I Say Web
Catalogo vanillaedizioni

Artisti: Alessandro Bazan, Fulvio Di Piazza, Kim Dorland, Manuel Felisi, Giovanni Frangi, Fabio Giampietro, Hyena, Giorgio Linda, Raffaele Minotto, Luca Moscariello, Barbara Nahmad, Simone Pellegrini, Pierluigi Pusole, Tobia Ravà, Max Rohr, Hana Silberstein

17 gennaio – 15 febbraio 2015
inaugurazione domenica 18 gennaio ore 17.00 

Museo “Il Correggio”
Palazzo dei Principi
Piazza Cavour 7, Correggio (RE) 

Orari: sabato 15.30-18.30; domenica 10.00-12.30 e 15.30-18.30; gli altri giorni su appuntamento
Ingresso libero

Info: +39 0522 691806
museo@comune.correggio.re.it
www.museoilcorreggio.org
70.auschwitz.org
www.auschwitz.org
http://margheritafontanesi.com/la-selva-oscura-giornata-della-memoria-2015/

www.isayweb.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi