Ti sarà inviata una password per E-mail
PALERMO | GAM Galleria d’Arte Moderna Sant’Anna | 30 maggio – 1 settembre 2014

di GIUSEPPE ALLETTO

Inaugurata a fine maggio alla GAM di Palermo – la Galleria d’Arte Moderna sita nel complesso monumentale di Sant’Anna – la nuova mostra personale di Fulvio Di Piazza comprende una serie di dipinti di matrice pop surrealista. L’artista siciliano presenta inoltre un’imponente installazione site-specificL’Isola Nera, che conferisce il titolo all’intera mostra. Al centro dei dipinti di Di Piazza, caratterizzati da un virtuosismo tecnico stupefacente, campeggiano golem zoomorfi e antropomorfi, proiettati in atmosfere solforose. Il cielo non è mai di un azzurro puro, ma sempre insidiato da grosse nuvole cineree o da cerchi di fuoco.

Fulvio Di Piazza, L'isola nera (dett.), 2014, carta pesta e acrilico, installazione site-specific, dimensioni ambientali, ph. Giuseppe Veniero

La natura è qui catturata nel suo inarrestabile divenire: vapore, magma, acqua, masse vegetali e minerali, si intrecciano continuamente in un abbraccio feroce e convulso quasi a voler espiare l’un l’altro l’ingiustizia originaria di esistere. D’altra parte l’atto demiurgico di Di Piazza non è constatazione dello sfacelo del reale. La crudeltà della natura non conduce a un rapporto depressivo con l’esistenza, ma al contrario attivo e propulsivo. Ecco allora che nell’opera L’Isola Nera, con al centro una scultura rappresentante la Sicilia, intervengono dei veri e propri flussi di “cetacei-gameti” che, come scrive il curatore Alberto Zanchetta, sembrano voler fecondare l’isola e determinarla ad un nuovo ciclo vitale.

Fulvio Di Piazza, L'isola nera (dett.), 2014, carta pesta e acrilico, installazione site-specific, dimensioni ambientali, ph. Giuseppe Veniero

La balena, del resto, è elemento onnipresente sin dalla prima sala, come nel grande dipinto Across the Universe: ciò che la fantasia sfrenata di Di Piazza qui concepisce è una balena-isola solcante un mare di legno ed erba. Si tratta forse di un riferimento a quella leggenda medioevale che voleva disseminati gli oceani di ingannevoli isole che si rivelavano dorsi di balene? Non lo sappiamo. È più probabile che l’artista interpreti il grande mammifero marino come simbolo arcaico di quel viaggio iniziatico a cui noi spettatori siamo chiamati. La discesa è necessaria, l’inabissamento indifferibile.

Fulvio Di Piazza, Across the Universe, 2013, olio su tela, 200x400 cm

Di Piazza lo ribadisce popolando le sue tele di autoritratti criptati, indici di quella attitudine autoanalitica che, rifuggendo dalla pura evasione o dal semplice divertissement, rende le sue rappresentazioni scavo nelle profondità dell’Essere. Scopriamo allora in questo mare-magma che ha invaso gli spazi della GAM un’inattesa fonte d’abluzione in cui immergersi tramite l’esperienza estetica.

Fulvio Di Piazza. L’Isola nera
a cura di Alberto Zanchetta

GAM Galleria d’Arte Moderna
Via Sant’Anna 21, 90133, Palermo

31 maggio – 1 settembre 2014

Catalogo: AfaEdizioni con testo di Alberto Zanchetta

Progetto: Ars Mediterranea

Orari: martedì – domenica, ore 9.30 – 18.30. Lunedì chiuso. La biglietteria chiude alle ore 17.30

Info: 091 8431605
servizimuseali@galleriadartemodernapalermo.it
www.galleriadartemodernapalermo.it

 

 

 

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi