Ti sarà inviata una password per E-mail
COMO | Villa Olmo e  Pinacoteca Civica | 24 marzo – 14 luglio 2013

di MATTEO GALBIATI

Sono passati quasi cento anni da quando Antonio Sant’Elia (1888-1916), architetto visionario e sognatore – precursore “teorico” di molti aspetti della città contemporanea – presentò nel 1914, alla mostra milanese intitolata Nuove Tendenze, una serie di dodici disegni in cui dava evidenza alle sue idee archtettoniche: erano esempi della sua La Città Nuova. Parte proprio da questo punto – anche pensando ad una valorizzazione dell’opera dell’architetto futurista di cui nulla fu effettivamente costruito (eccezion fatta per una villa nel comasco) – il progetto della mostra aperta a Villa Olmo, in cui si vuole suggerire al pubblico elementi particolari, talvolta inconsueti, spesso inediti o da riscoprire, con cui analizzare – anche intellettualmente – il concetto di spazio umano del vivere e l’immagine stessa di metropoli. Un pensiero che risale già alla metà dell’Ottocento – nel pieno dello sviluppo industriale – quello sull’evoluzione rutilante dell’ambiente urbano, che andava rapidamente modificando regole e stili di vita, ma che solo il XX secolo trova poi modo di ampliare, approfondire e consolidarne significativamente l’analisi.



Questa mostra non ha un percorso semplice e non è facile calarsi nella linea analitica percorsa attraverso un allestimento che spazia da opere, dipinti, disegni, progetti a installazioni, sculture e vedeo: un secolo di pensieri sul tema della città nuova affrontato a 360 gradi e riassunto non solo con la voce degli architetti “praticanti”, ma anche dei teorici dell’architettura e degli artisti. Il risultato, che emerge agli occhi del visitatore attento – attraverso le 100 opere selezionate (abbiamo opere del già citato Antonio Sant’Elia, ma anche di Umberto Boccioni, Fernand Léger, Mario Sironi, Le Corbusier, Frank Lloyd Wright, Fritz Lang, Yona Friedman, Archizoom, Superstudio, Chris Burden, Carsten Höller e molti altri ancora…) – è indirizzato non tanto sulla città fine a se stessa, bloccata in un sistema di autoregolamentazione, ma soprattutto sulla possibilità di aprire a orientamenti e pensieri diversi, nuovi. Ci si muove verso spunti, idee e strumenti per rinnovare – non senza una dose di visionarietà come suggerito da molte delle opere esposte – il nostro presente, che può essere stravolto e affrontato, appunto, secondo una logica nuova.
Un messaggio radicale che si recupera lentamente, passo dopo passo, dall’inizio del percorso fino all’ultima sala, quando i nostri occhi hanno vissuto ed esorcizzato l’immagine che avevamo di città all’inizio della visita.



Una sezione di questo progetto prosegue nell’allestimento presso la Pinacoteca Civica della città lariana con il preciso scopo di offrire, tanto ai comaschi quanto a tutti i visitatori della mostra, l’occasione – davvero imperdibile – di poter ammirare un nucleo di 50 affascinanti disegni di Sant’Elia, opere che da molti anni sono rimaste inaccessibili, per questioni conservative, al grande pubblico. Le carte con i progetti visionari dell’architetto comasco, da cui tutto pare avere avuto inizio, si potranno ri-scoprire in tutto il loro fascino utopista ma, oggi a posteriori, nella loro attualità così tanto plausibile.
Con questa esposizione si è lavorato con una prospettiva di ricerca, inaugurando un progetto che si compone di tre capitoli successivi: alla mostra di quest’anno, infatti, ne seguiranno altre due che proseguiranno e svilupperanno ulteriormente la tematica metropolitana, concludendosi nel 2015, anno dell’Esposizione Universale di Milano – Expo 2015 – evento incentrato in modo particolare sulle politiche di sviluppo sostenibile, da cui la riflessione sul panorama urbano non può certo prescindere.

La città nuova. Oltre Sant’Elia. 1913 cento anni di visioni urbane 2013
a
 cura di Marco De Michelis

24 marzo – 14 luglio 2013

Villa Olmo
Via Simone Cantoni 1, Como

Pinacoteca Civica
Via Diaz 84, Como

Orari: Villa Olmo martedì-giovedì 9.00-20.00, venerdì-domenica 9.00-22.00; Pinacoteca Civica martedì-giovedì 10.00-20.00, sabato-domenica10.00-20.00, venerdì 10.00-22.00; chiusi lunedì

Ingresso: 
Euro 10,00, ridotto Euro 8,00, famiglie (2 adulti e figli tra 6 e 18 anni) 25,00, scuole Euro 5,00, gratuito disabili con accompagnatore e bambini fino a 6 anni

Info: +39 031 571979
villaolmo@comune.como.it
www.lacittanuova.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi