Ti sarà inviata una password per E-mail
VENEZIA | Palazzo Cini | 25 aprile – 23 agosto 2015 e 25 aprile – 15 novembre 2015

Per la riapertura della Galleria di Palazzo Cini a Venezia, la straordinaria casa-museo che fu storica dimora di Vittorio Cini (1885-1977), quest’anno sono previste alcune interessanti novità che iniziano con la presentazione al pubblico di una serie di nuove opere d’arte e arredi facenti parte delle splendide collezioni – con capolavori del rinascimento toscano e ferrarese dell’illustre mecenate. Altro elemento destinato ad incontrare il favore e l’apprezzamento dei visitatori è anche la riapertura del secondo piano nobile che, oggetto di un intervento di attento restauro, amplia il percorso espositivo ospitando una serie di mostre temporanee.

Palazzo Cini, Panoramica degli interni Foto Matteo de Fina1

L’omaggio all’arte contemporanea in queste sale inizia proprio con un protagonista di rilevante spessore attraverso l’esposizione delle opere, dell’arte e della ricerca di Ettore Spalletti (1940), maestro certamente da annoverare tra gli artisti italiani maggiormente apprezzati e stimati sulla scena artistica internazionale. Spalletti è intervenuto con un progetto espositivo ad hoc, pensato proprio per l’inaugurazione di questa parte della dimora veneziana oggi riaperta alle visite.
La personale dell’artista abruzzese si muove e anima con opere che assecondano la sua interpretazione degli spazi e delle sale di questo palazzo: Spalletti ha ragionato assorbendo le energie che gli ambienti gli infondevano. Ha ascoltato, osservato il loro variare, ha valutato i cambiamenti della luce che ha poi tradotto in questo percorso che sugella, con la presenza di opere di repertorio e lavori inediti, un’ideale celebrazione del gusto collezionistico di casa Cini.

Ettore Spalletti, Voce bassa, 2014 Courtesy Fondazione MAXXI, Roma Foto Werner J. Hannappel

L’artista ha voluto un progetto che si articolasse tra passato e presente, sottolineando un filo rosso di continuità con stanze che furono vissute in modo “quotidiano” e “domestico”, e che proponesse al visitatore come esperienza visiva, forte e avvolgente, nel segno della sua raffinata e poetica ricerca artistica.
Tra naturale e astratto, la sensibilità estetica di Spalletti cerca proprio di ritrovare le connessioni di una relazione plausibile tra questi due elementi solo apparentemente distanti. La metafora visiva delle sue opere passa per la percezione di una monocromia che anima materia e colore, scultura e pittura, tesa tra solidità percepibile e suggestione evanescente e impalpabile. 

Ettore Spalletti
mostra promossa da Fondazione Giorgio Cini Onlus
in collaborazione con ASLC progetti per l’arte
con il contributo di NCTM – Studio Legale Associato 

25 aprile – 23 agosto 2015

e

Riapertura di Palazzo Cini

24 aprile – 15 novembre 2015

Palazzo Cini
Campo San Vio, Dorsoduro 864, Venezia

Orari: tutti i giorni 11.00-19.00, chiuso il martedì (ultimo ingresso ore 18.15)
Ingresso intero €10.00; ridotto €8.00

Info: +39 041 2710217
palazzocini@cini.it
www.palazzocini.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi