MILANO | Sala Parnaso GAM Galleria d’arte moderna | 21 ottobre – 6 novembre 2016

È stata annunciata ieri, nel corso dell’apertura della mostra, appositamente allestita nella Sala Parnaso della GAM Galleria d’arte moderna di Milano, la proclamazione del vincitore della terza edizione del Premio Artisti per Frescobaldi 2016 che la giuria di esperti internazionali ha voluto assegnare all’americano Eric Wesley. L’artista di Los Angeles ha vinto con Not Yet titled (2016) che la giuria ha voluto premiare con la seguente motivazione:

“Se una possibile definizione di arte è quella di una pratica che “immagina un mondo stando nel mondo”, Wesley realizza una tale aspirazione con competenza e poesia: a partire dalla contingenza dell’osservazione di una bottiglia di vino ha creato un dispositivo di alta raffinatezza scientifica e poetica, attivando un invisibile vuoto per proiettarlo e proiettarci in un condiviso universo energetico.”

Eric Wesley, Not yet titled, 2016, mixed media dimensions vary

Eric Wesley, Not yet titled, 2016, mixed media dimensions vary

Oltre a quella di Wesley in mostra si ammirano anche le opere che l’artista americano Matthew Brannon – questa edizione era dedicata agli Stati Uniti – e l’italiano Patrizio Di Massimo (sono questi tre artisti di esperienza internazionale invitati a partecipare) hanno realizzato ispirandosi alla storica tenuta della famiglia Frescobaldi di Castel Giocondo a Montalcino, sede prescelta per questa edizione del premio e da loro visitata lo scorso anno. I tre artisti hanno, quindi, lavorato indirizzandosi non solo all’interpretazione del mondo del vino e delle sue tradizioni, ma anche assaporando la storia che connota l’azienda e la sua tenuta, i luoghi di coltivazione, i vigneti e la natura che li circonda, fino ad arrivare a visioni altre, legate alla scienza e all’arte.
Gli artisti hanno dato uno sguardo assai differente: Brannon ha indirizzato il senso della sua opera ponendo al centro della sua riflessione il consumo quotidiano del vino; l’opera di Di Massimo ha individuato il tema della conservazione; Wesley ha scelto di leggere in chiave artistica la relazione tra vino e scienza.

Matthew Brannon, It’s the Wine Talking, 2016, DVD: HD NTSC, 10:00 minutes Courtesy the artist and Gio Marconi, Milano

Matthew Brannon, It’s the Wine Talking, 2016, DVD: HD NTSC, 10:00 minutes Courtesy the artist and Gio Marconi, Milano

Grande soddisfazione è stata espressa da Tiziana Frescobaldi, vera promotrice e anima di questa iniziativa che, con queste parole, ha salutato la presentazione della terza edizione del premio promosso dall’azienda di famiglia che lei ha ideato e dirige:

“Sono felice di celebrare alla Galleria d’Arte Moderna di Milano la terza edizione del Premio che quest’anno vede coinvolti due artisti americani Matthew Brannon e Eric Wesley e un artista italiano, Patrizio Di Massimo. A loro va il mio sincero ringraziamento, per aver accettato di partecipare con passione e con opere di grande importanza al nostro premio, basato su un’idea di committenza in chiave contemporanea.”

Quello della committenza resta, di fatto, il principio chiave del progetto Artisti per Frescobaldi, infatti, il premio s’inserisce perfettamente nella storica tradizione di mecenatismo della famiglia Frescobaldi. La nobile e antica casata toscana da oltre 700 anni vanta legami con l’arte e gli artisti, con relazioni e scambi con nomi del calibro di Donatello, Michelozzo Michelozzi o Filippo Brunelleschi. Questo nuovo progetto, legato alla contemporaneità, porta la famiglia ad impegnarsi nel sostegno, nella diffusione della promozione della cultura artistica espressa dalle ultime generazioni di talenti.
Il legame con gli Stati Uniti rimanda, poi, alla presenza sui mercati mondiali e al rilievo internazionale delle produzioni dell’azienda che, destinando un disegno dei tre artisti – grafica che richiama la loro rispettiva opera – viene dedicata all’etichetta di un’edizione limitata di 999 magnum di Castelgiocondo Brunello 2011, la vendemmia dedicata ad Artisti per Frescobaldi. Parte dei ricavati delle vendite delle magnum di questa produzione esclusiva, unica e limitata – ulteriore segno del mecenatismo di Frescobaldi – andranno a sostenere il lavoro e lo studio di tre giovani studenti selezionati da tre prestigiose Accademie d’Arte.

Patrizio Di Massimo, Perbacco, 2016, 14 hand painted ceramics, pure gold / 14 ceramiche dipinte a mano, oro zecchino, approx 180x105x105 cm Unique / Unico

Patrizio Di Massimo, Perbacco, 2016, 14 hand painted ceramics, pure gold / 14 ceramiche dipinte a mano, oro zecchino, approx 180x105x105 cm Unique / Unico

In merito alle opere create dai tre artisti, il curatore Ludovico Pratesi ha detto:

“Quest’edizione del premio ha visto gli artisti realizzare opere complesse e di grande impatto, con un impegno davvero notevole. Ognuno di loro ha utilizzato un linguaggio espressivo diverso in relazione al passato, al presente e al futuro. Sono davvero soddisfatto dei risultati raggiunti, che costituiscono un ottimo auspicio per le prossime edizioni. Il verdetto della giuria si è rivolto verso un’installazione complessa e di grande suggestione, che premia la ricerca di Eric Wesley, orientata sulla relazione tra arte, vino, scienza e tecnologia.”

In favore della GAM milanese, per l’accoglienza data ad ospitare la mostra del premio, Artisti per Frescobaldi ha deciso di contribuire alla realizzazione del catalogo completo delle opere delle sue collezioni. Impegno dettato ulteriormente dalle scelte mecenatistiche dei Frescobaldi.

III edizione del Premio Artisti per Frescobaldi
ideato da Tiziana Frescobaldi, direttore artistico
a cura di Ludovico Pratesi 

Giuria: Massimilano Gioni (Direttore del New Museum di New York), Samuel Keller (Direttore della Fondazione Beyeler di Basilea) e Gianfranco Maraniello (Direttore del MART di Rovereto) 

Artisti: Mattew Brannon, Patrizio Di Massimo, Eric Wesley

21 ottobre – 6 novembre 2016 

Sala Parnaso
GAM Galleria d’arte moderna GAM Galleria d’arte moderna, Villa Reale
via Palestro 16, Milano 

Orari: da martedì a domenica 9.00-17.30 (ultimo accesso 30 minuti prima dell’orario di chiusura);
lunedì chiuso

Mattew Brannon, classe 1971, nasce a St. Maries nell’Idaho (Usa), ma vive e lavora a New York. La sua ricerca d’artista parte da una riflessione sulla storia e l’evoluzione della grafica pubblicitaria, e prosegue con una reinterpretazione della stessa che ne indaga limiti e potenzialità in relazione con la realtà contemporanea. Le sue opere sono state esposte nelle principali metropoli americane (New York, Los Angeles, Miami) e anche presso il Marino Marini Museum di Firenze.

Eric Wesley, nato nel 1973 a Los Angeles, dove vive e lavora tuttora. Le sue sculture e le sue istallazioni offrono un punto di vista originale e spesso dissacrante del quotidiano. In particolare, attraverso le sue opere offre un commento ironico sul rapporto mutabile tra arte e società, artista e cittadino, sobria serietà e comicità surreale. Tra le sue mostre personali, ricordiamo quelle al China Art Objects Galleries di Los Angeles e quelle presso le gallerie di città europee come Amsterdam, Basilea e Napoli.

Patrizio Di Massimo, nasce a Jesi nel 1983, ma vive e lavora a Londra. Le sue opere sono caratterizzate da una rilettura dell’identità italiana attraverso un’interessante sovrapposizione fra tradizione e contemporaneità, utilizzando un’ampia gamma di linguaggi espressivi che vanno dal disegno alla scultura, dalla pittura al video fino all’installazione. Ha esposto in molte città italiane, tra cui a Torino in occasione di Artissima e a Villa Medici di Roma, e in capitali europee come Londra, Amsterdam e Lisbona.

Artisti per Frescobaldi è dedicato agli artisti delle ultime generazioni, interpreti d’una contemporaneità spesso complessa e in perenne trasformazione. La famiglia Frescobaldi, da 700 anni nel vino, manifesta attenzione e partecipazione verso le tendenze dell’arte contemporanea e vicinanza agli artisti del XXI secolo. Il Premio si collega all’antica tradizione di mecenatismo dei Frescobaldi e al tempo stesso apre un nuovo capitolo, con protagonisti e linguaggi espressivi differenti.

Info: www.artistiperfrescobaldi.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •