Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Fondazione Arnaldo Pomodoro | 25 settembre – 20 dicembre 2013 

A dieci anni dalla scomparsa, la Fondazione Arnaldo Pomodoro omaggia Enrico Baj (1924-2003) con una mostra particolare che ne documenta l’attività nella produzione degli anni Cinquanta. L’esposizione celebra, quindi, il maestro milanese che è stato certamente tra i più dinamici protagonisti dell’avanguardia europea dell’immediato dopoguerra. Baj ha rappresentato il punto di riferimento per quelle esperienze che saldarono alcuni momenti cruciali delle ricerche internazionali di quel periodo riprendendone – ed evolvendola – la matrice storica dada e surrealista.
Le opere scelte per quest’esposizione comprendono un nucleo fondamentale di lavori dell’artista, cui si aggiungono una serie di rari documenti, manifesti, riviste e fotografie, che vogliono meglio documentare il clima e il contesto degli scambi culturali, delle amicizie, delle polemiche, di un periodo in cui Milano si affermava come centro influente dell’avanguardia internazionale, momenti culturalmente tra i più vividi della sua storia.

Baj, che fondò nel 1951, con Sergio Dangelo, il Movimento Nucleare – di cui sono proposti Bum-Manifesto Nucleare del 1952, replicato nel 1997, e il Manifeste de la peinture nucléaire del 1952 con molti altri documenti originali – strinse, in quegli anni vivaci, amicizia con illustri personaggi come Asger Jorn, Édouard Jaguer, E.L.T. Mesens, Raoul Hausmann. Proprio con loro darà poi vita al Mouvement International pour un Bauhaus Imaginiste. Nel 1955 creò la rivista Il Gesto, pubblicazione di ampio respiro che si collega con le altre riviste internazionali d’avanguardia dell’epoca.
Risale quindi al 1957 il Manifesto Contro lo stile, promosso da Baj e Dangelo, passo fondamentale che indica la volontà della giovane generazione europea di uscire dalla retorica dell’Informale: tra gli artisti che lo firmano troviamo Yves Klein, Piero Manzoni, Arnaldo e Giò Pomodoro. Nel 1958 Baj sarà l’anima artistica anche di Direzioni, importante testata d’avanguardia fondata con Fabrizio Mondadori.

Enrico Baj. Bambini, ultracorpi & altre storie
a cura di Flaminio Gualdoni
in collaborazione con Roberta Cerini Baj e Archivio Enrico Baj

25 settembre – 20 dicembre 2013

Fondazione Arnaldo Pomodoro
vicolo Lavandai 2/A (ingresso da Via Vigevano 9), Milano

Orari: da mercoledì a venerdì 16.00-19.00
Ingresso libero 

Info: +39 02 89075394
info@fondazionearnaldopomodoro.it
www.fondazionearnaldopomodoro.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi