Non sei registrato? Registrati.
MILANO | Over The Trash – Project room | 11 – 19 maggio 2018

Inaugura oggi, giovedì 10 maggio, alle ore 18.00, Hit Me With A Flower una personale di Eleonora Roaro negli spazi di Over The Trash | Project room, in via B. Panizza 4, a Milano: una vecchia fabbrica-laboratorio di produzione di lampade, rimasta intatta dagli anni Cinquanta che, grazie alla collaborazione tra Riccardo Costantini Contemporary e il curatore Marco Albeltaro, ospita mostre di artisti contemporanei.

Tulipomania

Tulipomania

Due le serie di lavori in mostra che attingono ad un immaginario apparentemente innocuo e legato alla sfera femminile, in realtà una critica alle istituzioni, alla violenza e al potereMi  colpisci con un fiore, dice Lou Reed nella canzone Vicious che ispira il titolo.

Tulipomania

Tulipomania

Tulipomania (2015) si riferisce a uno dei primi episodi di speculazione finanziaria: la bolla dei tulipani. Durante il Seicento in Olanda la richiesta dei bulbi è molto alta, la disponibilità scarsa e, di conseguenza, il loro prezzo cresce in maniera esponenziale, per poi crollare nel 1637 generando un vero e proprio crac borsistico.

Tulipomania

Tulipomania

I cinque video alludono al capitalismo, alle sue contraddizioni e ai meccanismi di attribuzione di valore analoghe a quelle del sistema dell’arte. Da un punto di vista iconografico, si legano alla tradizione fiamminga delle nature morte (stilleven), in cui il tulipano è utilizzato come emblema della vanitas. Ciascun fiore subisce un cambiamento di stato che ne altera la condizione iniziale, evocando l’impermanenza (Mujō in giapponese) che riguarda tutto ciò che è terreno, fugace e in eterno cambiamento. La colonna sonora è di Massimiliano Viel, una rivisitazione de La marcia della cerimonia dei Turchi di Jean Baptiste Lully.

Happily

Happily Ever After

Happily Ever After (2016 – in corso) è una collezione di fotografie vernacolari in bianco e nero legate al rituale del matrimonio occidentale realizzate in particolare tra gli anni ’40 e gli anni ’60. Le figure maschili sono state cancellate da queste immagini con uno smalto fucsia per le unghie, elemento tratto dall’immaginario femminile e impiegato in modo ironico. Questa operazione di damnatio memoriae se da una parte è una critica all’istituzione matrimoniale e parla indirettamente dei femminicidi, dall’altra propone una riflessione sull’omogeneità estetica di questo genere di fotografia mettendo in evidenza la ripetizione di situazioni e pose.

Eleonora Roaro. Hit Me With A Flower
In collaborazione con Riccardo Costantini Contemporary

Associazione Culturale Blitz

11 – 19 maggio 2018
Inaugurazione 10 maggio 2018 ore 18.00

Orari: 11 – 13 maggio 16.00 – 19.30
14 – 19 maggio su appuntamento (+39 348 6703677; +39 338 1672986)

Over The Trash | Project Room
via Panizza, Milano (interno cortile)

Condividi su...
  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •