Ti sarà inviata una password per E-mail
ERTO E CASSO (PN) | Nuovo spazio di Casso
15 settembre – 28 ottobre 2012
Dolomiti Contemporanee – Bilico
Un’esposizione d’arte contemporanea per l’avvio del Nuovo Spazio di Casso come motore creativo per il territorio

di Gabriele Salvaterra

Poche informazioni ma grande trepidazione. Mancano appena due settimane al prossimo evento di Dolomiti Contemporanee e ancora poco si sa della mostra. Ce lo si può aspettare: è nelle corde di questo progetto giunto alla sua seconda edizione il rifiuto della stabilità e l’utilizzo di un approccio destabilizzante come strumento per “riattivare” siti che per varie ragioni sono diventati periferici e abbandonati. Quindi ci si trova in nuovi spazi, con nuovi artisti impegnati in questi giorni in un lavoro site specific che porterà a breve alla mostra vera e propria.

Di certo per ora c’è solo il titolo, Bilico, l’elenco degli artisti e il luogo che sta facendo da fucina al loro operare, rigorosamente in fieri. Non si tratta certo di un contenitore passivo, una di quelle scatole museali che spariscono accanto alle opere, ma viceversa un sito consistente, che oppone al lavoro creativo un carico di suggestioni architettoniche e immateriali molto forte. Ci si trova in una scuola abbandonata in provincia di Pordenone che dal 1963 è rimasta chiusa a seguito del disastro del Vajont.

A Casso, il paese che sorge attorno a questo stabile, prima di quella tragedia vivevano più di 500 persone mentre oggi il numero non arriva a più di 14. In questo spazio depresso entrerà l’arte con spirito propositivo cercando di ridare funzione a una scuola: un istituto oggi in crisi, frustrato nelle sue naturali finalità formative anche quando perfettamente operante. L’architettura, oltre alla storia, sarà certamente fonte di molti stimoli: la costruzione sembra un baluardo arroccato sul crinale della montagna con una passerella vertiginosa affacciata verso la valle, in bilico tra la paura di cadere e la spinta verso il nuovo.

Dolomiti Contemporanee farà di questo luogo un Centro per la cultura contemporanea attivo anche dopo la mostra inaugurale, con la volontà di dare continuità all’iniziativa oltre l’occasionalità della mostra. Diventa fondamentale opporsi allo spirito di rinuncia con cui la tragedia del Vajont ha ammantato i luoghi circostanti, un’operazione delicata che vedrà l’arte protagonista a partire dal 15 settembre e noi pronti a documentarla.

DC Next
dolomiti contemporanee

Laboratorio d’arti visive in ambiente

Bilico
a cura di Gianluca D’Incà Levis

Nuovo spazio di Casso
Ex scuole elementari, Erto e Casso (PN)

Inaugurazione sabato 15 settembre, ore 17.00
15 settembre – 28 ottobre 2012

Artisti: Matteo Attruia, Michele Bazzana, Ludovico Bomben, Luca Chiesura, Dimitri Giannina, Ericailcane, Gabriele Grones, Kabu, Tiziano Martini, Il Moro e il Quasi Biondo, Derew Rowleiei, Mario Tomè, Jonathan Vivacqua

Info: info@dolomiticontemporanee.net

www.dolomiticontemporanee.net

 

 

 

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi