Ti sarà inviata una password per E-mail
BOLOGNA | Galleria Spazio Testoni | 22 maggio – 4 luglio 2015

Galleria Spazio Testoni di Bologna propone la mostra Viaggio al termine della notte  ispirata dall’omonimo titolo del primo romanzo dello scrittore francese Louis-Ferdinand Céline (1894-1961) – i cui protagonisti sono i giovani artisti Dragan Milos (1991), Giulia Bersani (1992), Kamilia Kard (1984), Marco Schifano (1985), Thomas Berra (1986).
Le opere esposte vogliono introdurre lo sguardo dello spettatore ad un affascinante e poetico viaggio in quella che il curatore, Alberto Mattia Martini, ha definito come “viaggio nella notte dell’uomo”: una notte come tempo e luogo di ogni possibile accadimento, notte che lascia emergere e coesistere tensioni razionali e irrazionali, consce e inconsce.

Kamilia Kard

Potenza della naturalezza, utopia del sogno, solitudine, forza dell’arte e visioni virtuali sono le coordinate da cui gli artisti si muovono per attuare la loro personale interpretazione e concezione del viaggio che permette, a chi osserva, di vivere liberamente l’ispirazione e la tensione immaginativa. L’orientamento resta aperto, non vincolato e svincolato dagli abituali codici che, imponendosi, a volte costringono la lettura delle opere e adombrano le loro suggestioni.
Riprendendo le parole dell’autore Céline sul tema del viaggio: 

“Viaggiare è proprio utile, fa lavorare l’immaginazione. Tutto il resto è delusione e fatica. Il viaggio che ci è dato è interamente immaginario. Ecco la sua forza. Va dalla vita alla morte. Uomini, bestie, città e cose, è tutto inventato. È un romanzo, nient’altro che una storia fittizia. Lo dice Littré, lui non sbaglia mai. E poi in ogni caso tutti possono fare altrettanto. Basta chiudere gli occhi. È dall’altra parte della vita.”

Marco Schifano

Le opere presenti in questo progetto rivolgono attenzione ad un atavico dialogo tra uomo e natura e, tra nascita e sviluppo, pone una riflessione anche sul fluire del tempo, sull’evoluzione della coscienza e conoscenza che fa maturare le esperienze naturali o trascendentali.
Tra tecnologia dominante e desiderio di ritrovare la perduta condizione umana naturale, le opere sembrano suggerire come tutte le risposte agli interrogativi dell’uomo che, timidamente, costellano questo viaggio notturno siano da ritrovare dentro l’animo di ciascuno e solo con la relazione con l’“altro” diventa plausibile un proficuo scambio di esperienze.
Passato, presente futuro, tecnologia, natura, aspirazioni e ambizioni si possono ridimensionare e, finita la notte, il singolo individuo, potrà ritrovare la piccola vittoria di una umanità riconquistata.

Viaggio al termine della notte. Dragan Milos, Giulia Bersani, Kamilla Kard, Marco Schifano, Thomas Berra
a cura di Alberto Mattia Martini

22 maggio – 4 luglio 2015

Galleria Spazio Testoni
Via D’Azeglio 50, Bologna 

Orari: da martedì a venerdì 16.00-20.00; sabato 10.30-13.00 e 16.00-20.00; domenica, lunedì e altri orari su appuntamento

Info: +39 051 371272; +39 335 6570830
info@spaziotestoni.it
www.spaziotestoni.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi