Ti sarà inviata una password per E-mail
CASTELBASSO/CIVITELLA DEL TRONTO (TE) | Sedi Varie | giugno – ottobre 2012

Intervista a OSVALDO MENEGAZ e GINO NATONI di Michela Di Stefano

Ogni luogo possiede una sua propria identità. Qui nel centro d’Italia, in provincia di Teramo, si è deciso di trasformare la fisionomia dei borghi medievali di Castelbasso e la Fortezza di Civitella del Tronto in un punto di scambio e d’incontro con l’arte, la letteratura, la musica, il cinema e l’enogastronomia. Castelbasso/Civitella. Cultura contemporanea nei borghi, questo il titolo dell’intero progetto che ha visto la sua apertura con l’inaugurazione di tre importanti mostre: Carla Accardi. Smarrire i fili della voce a cura di Laura Cherubini, Radici. Memoria, Identità e Cambiamento nell’arte oggi a cura di Eugenio Viola e Visioni. La fortezza plurale dell’arte a cura di Giacinto di Pietrantonio e Umberto Palestini.
Noi di Espoarte siamo riusciti ad intervistare i promotori dell’intero progetto, il presidente dell’Associazione Naca Arte, Gino Natoni e il presidente della Fondazione Menegaz per le Arti e le Culture, Osvaldo Menegaz.

Come è nata l’idea di questa importante iniziativa?
O.M. Questo progetto è il risultato della comunanza di vedute e di intenti di due realtà, la Fondazione Menegaz e l’Associazione Naca Arte, impegnate assieme nello sviluppo del territorio attraverso percorsi innovativi legati all’identità dei luoghi e al contesto contemporaneo. Questa collaborazione agisce nell’ambito della cultura e della tradizione abruzzese col fine di valorizzare i nostri due borghi, quello di Castelbasso e di Civitella, e far conoscere l’incredibile ricchezza di questa regione. Tutto ciò è stato realizzato anche grazie ad una sinergia che ha dato vita ad un network significativo e di qualità.

Quale credete possa essere il rapporto dell’arte contemporanea con la tradizione del nostro territorio oggi?
G.N.
Io penso che, oggi più che mai, sia importante avvicinare l’arte contemporanea con la tradizione del nostro paese per far risaltare le nostre radici e la nostra memoria. Noi abbiamo cercato di fare questo attraverso il dialogo e lo scambio delle diverse ‘visioni’ dell’arte con le varie tradizioni culturali, enogastronomiche e naturali di cui l’Abruzzo è così ricco. Questa per noi è stata una operazione di marketing territoriale, attraverso l’utilizzo dell’arte contemporanea come veicolo di attrazione e modello di eccellenza.

Cosa significa oggi fare e promuovere la cultura in Italia?
O.M.
Significa fornire alla collettività una visione plurale che contrasti il messaggio univoco di cui sono portatori i mezzi di comunicazione di massa. Un messaggio che spesso tende a sovrastare completamente la ricchezza culturale di luoghi marginali come questi. Fare cultura oggi è soprattutto un atto di responsabilità verso la società. Noi, nel nostro caso, abbiamo concretizzato questo arduo compito trasformando questi borghi in un grande laboratorio creativo, nel quale le attività culturali si unissero ad un servizio educativo volto ad accrescesse il valore dell’esperienza e la crescita del territorio.

Dunque l’appuntamento si rinnoverà anche per la prossima estate?
G.N. Certamente si. Con Cultura Contemporanea nei borghi abbiamo avuto la riprova che, quando un progetto è valido e di assoluto valore, anche le idee più ardite possono trasformarsi in splendide realtà. Anche il prossimo anno quindi, incoraggiati da questa esperienza, continueremo con la nostra scommessa: quella di creare un nuovo baricentro dell’arte contemporanea in questa terra attraverso l’assunzione di Civitella e Castelbasso ad acropoli dell’arte contemporanea.

Castelbasso/Civitella. Cultura contemporanea nei borghi

Sedi varie

Castelbasso e Civitella Del Tronto (TE)

Info: info@fondazionemenegaz.itinfo@castelbasso.it
www.fondazionemenegaz.it

PROGRAMMA

  • 30 giugno – 2 settembre 2012
    Carla Accardi
    . Smarrire i fili della voce
    a cura di Laura Cherubini
    Palazzo Clemente, Castelbasso (TE)
  • 30 giugno – 2 settembre 2012
    Radici
    . Memoria, identità e cambiamento nell’arte di oggi
    a cura di Eugenio Viola
    Palazzo De Sanctis, Castelbasso (TE)
  • 1 luglio – 31 ottobre 2012
    Visioni
    . La fortezza plurale dell’arte
    a cura di Giacinto di Pietrantonio e Umberto Palestini
    Fortezza Civitella del Tronto, Civitella del Tronto (TE)
  • Sezione Letteratura
    Il mito, la memoria, l’enigma. Raccontiamo i libri in piazzetta
    a cura di Renato Minore
  • 19 luglio 2012 | Michele Mirabella
  • 26 luglio 2012 | Gianrico Farofiglio
  • 1 agosto 2012 | Aurelio Picca 
  • Sezione Castelbasso Incontra
    a cura di Simone Gambacorta 
  • Sezione Musica Contemporanea
    26 – 28 luglio 2012 | Festival Soundlabs, in collaborazione con l’Associazione Culturale Sound Society
    1 – 4 agosto 2012 | Progetto IMC Jazz, in collaborazione con l’Associazione Kymbala 
  • Sezione Musica Antica
    a cura di Roberto Marini
    Sei concerti 
  • Sezione Progetti Educazione
    a cura di Alessia Clemente
  • 27-29 giugno 2012 | Formazione Insegnanti
  • 31 agosto – 2 settembre 2012 | Formazione sulla didattica dell’arte
  • Alfabetizzazione all’arte contemporanea: tre cicli di lezioni sull’arte
  • Percorsi guidati
  • Ragazzi e Famiglie
Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi