Non sei registrato? Registrati.
CITTÀ DI CANNOBIO (VB) | PALAZZO PARASI | FINO AL 26 AGOSTO 2018

Fino al 26 agosto 2018, Palazzo Parasi di Cannobio (VB), sul lago Maggiore, ospita la mostra di Fulvio Di Piazza, Genesi minore, curata da Alberto Zanchetta e organizzata in collaborazione con la Galleria Giovanni Bonelli di Milano, nella quale vengono presentate 20 opere dell’artista siracusano.

Fulvio Di Piazza, Genesi minore, veduta della mostra, Palazzo Parasi, Cannobio (VB)

Da sempre affascinato dalla natura, Fulvio Di Piazza (Siracusa, 1969) si rende interprete di una pittura fantastica e barocca, di minuziosa fattura.

«Quella di oggi», afferma Di Piazza, «è una natura mortificata, ma in quanto natura possiede delle potenzialità, riesce a reinventarsi e a superare questo collasso. La storia d’altronde è piena di collassi e rinascite. È come se la natura avesse contratto un virus e adesso lo stesse combattendo». [cit. F. Di Piazza, Una natura privatamente surreale, intervista in catalogo della mostra personale a Palazzo Ziino di Palermo, 2010]

Autore singolare, spesso relegato in qualche genere o àmbito – ultimo dei quali il Pop-surrealism – Di Piazza ha nelle inconfondibili creature fitomorfe, così come nelle catastrofi ambientali e i numerosi auto-ritratti che vengono dissimulati nell’ambiente, la sua cifra espressiva più caratteristica. Con la sua pittura, l’artista siciliano crea un’empatia che tende all’immedesimazione con il mondo naturale e le sue forme organiche.

Fulvio Di Piazza, King of Klan II, 2017, olio su tela, 77 x 53 cm

«A ben guardare, nelle opere di Fulvio Di Piazza avvertiamo un’empatia con il mondo organico che dà origine a una natura inevitabilmente e visceralmente antropica (un ruolo demiurgico, in parte profetico e in parte funesto, che alterna il rigoglio vegetale ai vapori e ai lapilli di un’autodistruzione). Ciò nondimeno, le sue creature grottesche sembrano originarsi da un caso fortuito anziché da un normale processo evolutivo; rispetto ai sette giorni della creazione divina, in questi dipinti prende il sopravvento una Genesi non ortodossa, intrisa di invenzioni e di conflitti che ogni fruitore è invitato a interpretare da molto vicino, dettaglio dopo dettaglio», afferma Alberto Zanchetta nel suo testo critico.

Conclude Zanchetta, «Alla resa dei conti, la pittura di Fulvio Di Piazza può essere equiparata alla storia di una Genesi minore che non è meno affascinante e contagiosa di quella forgiata dal Grande demiurgo. E qualsiasi sia l’esito, una cosa è certa: l’impossibilità della morte di Dio è conforme all’immortalità della pittura, perché est deus in nobis».

Fulvio Di Piazza, Genesi minore, veduta della mostra, Palazzo Parasi, Cannobio (VB)

La personale di Fulvio Di Piazza rientra nei progetti dell’amministrazione comunale di Cannobio per la rivalutazione di Palazzo Parasi, storico edificio risalente al XIII secolo, adibito per tanti anni a luogo di giustizia e di governo, e recentemente oggetto di un attento restauro, sotto la guida della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Regione Piemonte.

Accompagna la mostra un catalogo edito dalla Città di Cannobio.

FULVIO DI PIAZZA. Genesi minore
a cura di Alberto Zanchetta

8 luglio – 26 agosto 2018

Palazzo Parasi
via Giovanola – Cannobio (VB)

Orari:
martedì e giovedì, 10.30-12.30; mercoledì e venerdì 16.00-19.00
sabato, 10.30-12.30 e 16.00-19.00; domenica, ore 10.30-12.30

Ingresso libero

Informazioni
Tel. 0323 71212 / 0323 738228; info@cannobio4you.it; ufficiocultura@cannobio.net; www.cannobiocultura.it
Tel. 02.87246945; info@galleriagiovannibonelli.it; www.galleriagiovannibonelli.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •