Ti sarà inviata una password per E-mail
CATANZARO | Museo MARCA | 10 luglio – 9 settembre 2015

I temi di Expo Milano 2015 sbarcano in Calabria, al Museo MARCA di Catanzaro, con la mostra dedicata a Chiara Dynys di cui, per l’occasione, si sono raccolte oltre cinquanta opere degli ultimi anni aventi come soggetto i contenuti legati all’alimentazione.
L’omaggio rivolto dalla mostra, come suggerisce il titolo Pane al mondo, pone al centro dell’attenzione proprio l’alimento primario, il cibo che, a prescindere da culture, etnie e latitudini, resta la fonte originaria di sostentamento in ogni parte del mondo.
Chiara Dynys, partendo dal pane come attore protagonista di tutto il progetto espositivo, muove e stimola il pubblico a riflettere su altri temi impegnati e di forte attualità come quelli della sostenibilità ambientale, della lotta all’inquinamento, della difesa della biodiversità, dell’alimentazione corretta ed equilibrata.
Centrale, significativa ed esemplificativa resta l’opera Pane Al Mondo, coppia di opere gemelle, da cui deriva il titolo dell’esposizione: uno dei due elementi si compone di 360 forme differenti di pani in alluminio che poggiano su un tappeto che riproduce il planisfero terrestre, l’altro, sempre con la visione del mondo su un arazzo, vede poggiare sul globo una spiga metallica protetta da una teca di vetro. Il valore metaforico è evidente: Dynys sottolinea come ancora sussistano emergenze alimentari e profonde e radicate disparità tra i diversi paesi.

Chiara Dynys, Pane Al Mondo, veduta dell'installazione

Il “peso” alimentare, nelle opere dell’artista, sembra voler diventare un monito di come, in un contesto globale, la fame e le privazioni dei più poveri, inevitabilmente, presto o tardi, ricadranno anche sui più ricchi. La spiga, protetta e difesa nella fragilità di equilibri che rappresenta, rimanda anche all’immagine simbolo della FAO, l’organismo dell’ONU dedicato alle politiche alimentari.
La sostenibilità ambientale la si trova nelle evanescenti immagini di Poisoned Flowers che, forme reali fotografate dalla stessa Dynys, con la stampa lenticolare diventano visioni fantastiche, tese tra apparizione e sparizione al nostro cospetto. Legato a queste opere, quasi una trascrizione ambientale, è l’Accampamento dei fiori, dove “tende” in fusioni di metacrilato ospitano coppie di fiori che, dello stesso colore, si presentano come apparizioni fantasmatiche.
Oltre alla serie Tutto, le sculture Love Hate e i Solidi platonici, al museo calabrese il pubblico incontra anche uno dei soggetti chiave di tutta la poetica di Chiara Dynys: la luce. L’opera Tenda di luce evoca il concetto di casa, l’ambiente famigliare, il nido protettivo in cui proprio la luce ne accresce il valore simbolico e allegorico, grazie a quelle proprietà plastiche con cui è solita interpretarla l’artista.

Chiara Dynys. Pane al mondo
a cura di Michele Bonuomo
organizzata da Amministrazione Provinciale di Catanzaro e Fondazione Rocco Guglielmo 

10 luglio – 29 settembre 2015

Museo MARCA (Museo delle Arti Catanzaro)
via Alessandro Turco 63, Catanzaro

Orari: da martedì a domenica ore 9.30-13.00 e 16.00-20.30
Ingresso: intero €3.00; ridotto €2.00 

Info: +39 0961 746797
www.museomarca.info

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi