Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Spazio Ostrakon | 11 – 19 ottobre 2016

Nuova edizione per l’appuntamento annuale con Buste Dipinte.
Un progetto nato dentro al Festival delle lettere, la prima manifestazione italiana dedicata alla scrittura in carta, penna e francobollo che ha visto giungere nel tempo oltre 24 mila lettere.

Oki Izumi, Lettera a un artista - talvolta ripartire dalla limpida trasparenza, vetro inciso, carta e matita, 22x11x0,5 cm, 2016

Oki Izumi, Lettera a un artista – talvolta ripartire dalla limpida trasparenza, vetro inciso, carta e matita, 22x11x0,5 cm, 2016

Giulio Cassanelli, Ready mail, sapone, inchiostro e gravità, 22x16 cm, (2x) 22x11 cm, 2016

Giulio Cassanelli, Ready mail, sapone, inchiostro e gravità, 22×16 cm, (2x) 22×11 cm, 2016

Il tema di quest’anno, Lettera a un artista, invita come sempre gli artisti stessi a trasformare in opera d’arte una busta siglata con il timbro del Festival «C’è chi ne ha fatto una scultura o chi ci ha giocato fino a creare un’installazione. Qualcuno l’ha aperta, altri l’hanno sigillata per sempre. E poi, certo, è stata dipinta, disegnata, scritta e messa alla prova, sognata e immaginata. Sempre e comunque donata. Perché per questo nascono le Buste Dipinte» racconta Luisa Castellini, curatrice di Buste Dipinte insieme a Claudia Amato e Chiara Gatti.

Alla base del progetto, un fine solidale, che anima non solo il Festival ma gli artisti che scelgono di partecipare che siano giovani emergenti o maestri dell’arte contemporanea. Tutte le Buste Dipinte, infatti, nascono per essere donate e i ricavati dalla loro vendita devoluti a un’associazione ogni anno diversa. «Abbiamo voluto ancora una volta celebrare l’importanza che anche la semplice busta acquista in quanto custode delle preziose e profonde parole che racchiude, rinnovando anche quest’anno l’appuntamento con Buste Dipinte: vere e proprie opere d’arte che gli artisti hanno realizzato, per essere prima esposte e poi vendute a sostegno del Jane Goodall Institute (JGI), un’organizzazione internazionale non-profit, fondata nel 1977 a San Francisco, che dalla sua nascita promuove progetti di conservazione e di ricerca in natura, in particolare sugli scimpanzé», spiegano Marco Corbani e Luca Carminati, promotori del Festival delle lettere.

«Il programma di eventi previsti per questa edizione, che si estende in tutta zona Isola, si è sviluppato intorno al tema della Lettera a un Artista – prosegue Marco Corbani. Artista nel senso più ampio possibile, vivente o vivo nei ricordi e nell’immaginazione di chi scrive, chiunque esprima la propria personalità attraverso ogni tipo di arte o possa definirsi abile creatore di qualcosa».

Quest’anno il Festival tra l’altro spegne dieci candeline, dieci anni come i dieci storici, critici d’arte, curatori e giornalisti che sono stati invitati a scrivere una Lettera a un Artista. Il rapporto tra l’artista e la sua opera, i ricordi, le emozioni ma anche le riflessioni e l’ironia scandiscono queste dieci lettere ad Arte.
Dall’appello agli artisti a non avere paura di andare avanti di Andrea Dall’Asta alla lettera densa di ricordi scritta da Flaminio Gualdoni a Roberto Sanesi, ogni Lettera ad Arte dischiude uno sguardo unico e diverso sull’arte e i suoi protagonisti. Destinatari d’eccezione delle lettere sono Edvard Munch (lettera di Alessandra Klimciuk), Auguste Rodin (lettera di Maria Beatrice Failla), Andrew Wyeth (lettere di Matteo Fochessati ed Emilia Marasco) ma anche l’artista milanese Giancarlo Cerri (Luca Pietro Nicoletti). All’artista contemporaneo, più o meno giovane e di “professione”, si rivolgono Roberta Olcese, Stefano Pirovano e Silvia Conta. Tutte le lettere sono state pubblicate nel catalogo di Buste dipinte.

 

BUSTE DIPINTE
a cura di Luisa Castellini, Claudia Amato, Chiara Gatti

Artisti: Francesca Biasetton, Rita Casdia, Giulio Cassanelli, Paolo De Cuarto, Gioxe De Micheli, Francesca Della Toffola, Katia Dilella, Fabrizio Dusi, Ruben Esposito, Angelo Formica, Gaetano Fracassio, Liana Ghukasyan, Silvia Idili, Oki Izumi, Alan Maglio, Margherita Martinelli, Fabrizio Pozzoli, Pus (Francesco Vicari), Rufoism (Marco Perroni), Raimundo “Dim” Sampaio, Giacomo Spazio, Eleonora Todde, Salvatore Tulipano.

11 – 19 ottobre 2016
Inaugurazione martedì 11 ottobre, ore 18.30

Spazio Ostrakon
via Pastrengo 15, Milano

Orari: dalle ore 11.00 alle ore 15.00 e dalle ore 18.00 alle ore 23.00
Ingresso Libero

Info: festivaldellelettere.it
bustedipinte.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi