Ti sarà inviata una password per E-mail
NUOVA DELHI | Visual Arts Gallery India Habitat Centre | 26 aprile – 5 maggio 2016

Mentre a Milano esplode la primavera della fotografia d’autore, con l’undicesima edizione di Photofestival e la sesta di MIA Art Fair, una fotografa italiana porta il suo ultimo progetto in India, prima tappa di un ciclo di esposizioni che toccherà Singapore e Bali, per poi approdare anche in Europa.

Women in Bali è una serie in bilico tra arte e reportage risultato di un viaggio nel cuore di Bali, un omaggio all’energia delle donne che vi abitano e che Bruna Rotunno ha conosciuto in vent’anni di vita spesa tra Bali e l’Italia e con questo progetto – che l’ha impegnata per ben otto anni – racconta l’universo femminile e la potenza creatrice della natura, nella splendida isola dove l’acqua è ancora venerata come sacra origine della vita.

Bruna Rotunno, Women in Bali

Bruna Rotunno, Women in Bali

Dopo la laurea in psicologia Rotunno inizia ad appassionarsi alla fotografia, in particolare al ritratto, all’immagine di moda fino alla video arte. Collabora con diverse riviste patinate, tra cui Vogue. La sua produzione artistica, tra ritratti e paesaggi, trascende i generi alternando sensibilità pittorica all’immediatezza del reportage, conservando l’integrità del soggetto fotografato. La sua visione si sviluppa sullo stories telling, elemento propulsivo d’indagine e ricerca, della realtà, catturata in immagini profondamente emozionali.
L’artista, che ha già quattro pubblicazioni all’attivo, una personale alla Triennale di Milano, esposto in numerose gallerie in Europa e partecipato alla Biennale di Venezia, ha esplorato il mondo della vasta comunità femminile balinese. Donne, folgorate dall’essenza di una dimensione senza tempo e dal potere spirituale della natura, vivono sotto il segno dell’integrazione, della gratitudine e del rispetto. Negli scatti dell’artista, si muovono con grazia e forza: danzano, lavorano, vivono e sorridono, tra presenze rocciose e scorci paesaggistici in movimento, nella dimensione dilatata della spiritualità. Una dimensione che assume particolare valore critico e spunto di riflessione se confrontata con quella delle donne indiane.

Women in Bali inaugura oggi negli spazi della Visual Art Gallery di Nuova Delhi dell’India Habitat Centre che si è affermata negli ultimi anni come una piattaforma culturale attiva, intorno alla quale si radunano un grande numero di intellettuali, creativi e artisti. Dalle arti visive ai seminari di approfondimento, dall’artigianato all’esplorazione del mondo digitale, la Galleria è diventata un punto di riferimento fondamentale internazionale per l’arte contemporanea.

Bruna Rotunno, Women in Bali

Bruna Rotunno, Women in Bali

Il debutto indiano di Bruna Rotunno è stato fortemente voluto da Sabiana Paoli – gallerista di Bruna Rotunno su Singapore – e Alka Pande – celebre curatrice d’arte dell’India Habitat Centre – è un segnale per proporre un confronto sul ruolo delle donne a Bali e in India, due nazioni permeate dalla stessa tradizione religiosa, che pone l’accento sul potere del femminile e sulla necessità di portare alla luce l’effettiva posizione della donna nelle due società.

Partendo dalla mitologia balinese, fondata sul culto dell’acqua – la Holy Water, la Grande Madre, simbolo di creazione e purificazione – la fotografa svela allo spettatore il lato femminile dell’isola. Il sacro, il rito, la creatività, l’arte, la musica, la danza, sono qui raccontati attraverso i gesti quotidiani delle donne balinesi, come emanazioni del potere spirituale che anima l’energia dell’isola.
La narrazione fluisce attraverso un caleidoscopio di donne immerse nel loro ambiente naturale, nella vita di tutti i giorni o ritratte in forma composta, un intreccio di esistenze che esprime via via il gioco dei ruoli femminili, un pluralismo culturale, l’intensità spirituale e l’importanza della natura. Anche la natura è protagonista assoluta del racconto, rappresentata come grande anima attiva colma di bellezza. Ed è proprio l’importanza della natura che fa emergere nel lavoro il tema dell’eco femminismo e della sostenibilità. Di un potere femminile che rigenera e ripara. Il lato femminile di un’isola che esprime uno stile di vita fatto d’integrazione, gratitudine e rispetto per la vita.

Bruna Rotunno, Women in Bali

Bruna Rotunno, Women in Bali

Le opere fotografiche di Bruna Rotunno sono contraddistinte da un personalissimo uso della luce che entra in un dialogo visivo con gli elementi naturali, in particolare con l’acqua come elemento primario, e le figure femminili che si susseguono in un rincorrersi di colori e movimenti. Tutto questo il materiale è stato raccolto in un libro edito da Silvana Editoriale, che conta più di 150 fotografie, accompagnate dai testi di Anita Lococo, americana residente da 35 anni nell’isola, e Cok Sawitri, grande scrittrice balinese.
Con le prime 1000 copie del libro, una donazione del 5% sarà devoluta all’associazione Smile di Bali, che fornisce assistenza e operazioni gratuite a bambini affetti da gravi deformità fisiche.

Bruna Rotunno. Women in Bali
a cura di Sabiana Paoli in collaborazione con Alka Pande

26 aprile – 5 maggio 2016

Visual Arts Gallery India Habitat Centre, New Delhi

Info: www.indiahabitat.org
www.brunarotunno.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi