Ti sarà inviata una password per E-mail
BOLOGNA | sedi varie | 19 – 22 novembre 2015 

La nona edizione di BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto, a cura di Hamelin Associazione Culturale, approfondisce il tema del “Linguaggio del fumetto” e di come questo stia evolvendo in accordo con lo sviluppo di nuovi supporti tecnologici e di nuove forme di “oggetti culturali”.


[BBB15 TEASER #5: OSPITA UN ARTISTA from BilBOlbul on Vimeo.
Elemento importantissimo del linguaggio a fumetti è la rappresentazione dello scorrere del tempo grazie alla successione delle vignette. Lorenzo Ghetti e Carlo Trimarchi giocano con spazio e tempo nel loro ultimo teaser: siamo proprio certi che in questo caso a scorrere sia solo il tempo?]

Se Scott McCloud già quindici anni fa aveva previsto la “tela infinita”, e Lo sviluppo dei fumetti sul web, ancora oggi c’è tanto da esplorare per un linguaggio che nasce già ibrido e aperto alla contaminazione e che potrebbe presentarsi in forme sempre nuove e diverse, sia su supporto digitale che sul tradizionale supporto cartaceo.

BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto 2015. Locandina di Lilli Carré

Ecco perché la scelta degli ospiti per questa edizione è ricaduta su autori che lavorano su entrambe le “piattaforme”, e che non disdegnano di sperimentare altri percorsi e linguaggi, come il cinema d’animazione, la musica, l’illustrazione.
Da Giacomo Nanni a Richard McGuire, da Lilli Carré (a cui è stata affidata l’immagine del festival 2015) a Alice Socal, gli artisti invitati hanno tutti in un modo o nell’altro sperimentato con il linguaggio fumetto, ibridandolo anche con altri linguaggi, primo fra tutti quello dell’animazione, ma anche giocando con le .gif e forzando i limiti dell’ebook. Inoltre, confermando la sua vocazione internazionale e l’attenzione alle nuove generazioni di artisti, BilBOlbul quest’anno amplia la sua proposta per il BBBLab con tavole rotonde, workshop e Portfolio Review, e lancia la novità del BBBZines: due giorni di mercato con le autoproduzioni straniere invitate al festival, nella piazza coperta della Biblioteca Salaborsa. Tra le autoproduzioni, brillanti esempi internazionali: Breakdown Press (UK), Tieten Met Haar (BE), Kuš! Komiksi (LV), Peow Studio (SE), Jean Guichon éditeur (BE), Ion éditions (FR).
La rete cittadina del festival si apre e allarga a nuove collaborazioni: in particolare la campagna che vede assieme BilBOlbul e Bologna Jazz Festival per la produzione dei ritratti jazzistici di Vanna Vinci, visibili negli Autobus del jazz, nelle bacheche di Cheap on board e al Take Five Genuine Music Club. Segnaliamo inoltre la collaborazione con il biennio di Scenografia e Allestimento dell’Accademia di Belle Arti di Bologna coinvolto con un workshop all’allestimento di alcune mostre.

[“Zucchiness” di Alice Socal, con sound design e camera di Marco Tabilio]

BilBOlbul dedica la mostra inaugurale del Festival a Giacomo Nanni. L’esposizione A tratti (20 novembre – 19 dicembre 2015, Accademia di Belle Arti di Bologna, inaugurazione 19 novembre h.19.00) vuole sottolineare l’importanza di Nanni tra gli autori di fumetto contemporanei e mettere in luce la sua sperimentazione del linguaggio fumettistico in direzione sintetica, la sua riflessione sulle altre discipline artistiche e sulle potenzialità e i limiti del fumetto. In mostra l’evoluzione del suo lavoro: dalle prime storie apparse su rivista, soprattutto su “Canicola”, ai libri delle Cronachette, dedicati alla sua gatta, fino alla biografia di Casanova, pubblicata in Francia. In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna e Scuola di Scenografia e Allestimenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto 2015. © Heads or tails_Carré Lilli_Fantagraphics Books Edizioni_2012

Presenza importantissima per BilBOlbul 2015 è Richard McGuire, che sarà protagonista di una lectio magistralis (sabato 21 novembre, Biblioteca Salaborsa – Auditorium, h.11.00) e di un incontro – proiezione presso la Cineteca di Bologna (domenica 22 novembre, Cinema Lumière, h.14.00). Figura eclettica, fumettista, illustratore, grafico, creatore di animazioni, autore di libri per bambini e musicista McGuire è riuscito con Qui, opera edita da Rizzoli Lizard, a rappresentare la nostra concezione del tempo in forma di fumetto: il risultato è la fusione del momento attuale con ricordi, proiezioni, speranze, rimpianti, tutti raccolti nella stessa stanza vista in epoche diverse grazie al sistema delle finestre sovrapposte, mutuato dai programmi informatici. E insieme l’autore ci ha fornito una delle opere chiave per capire come funziona il linguaggio fumettistico e cosa è in grado di creare e rappresentare. In collaborazione con Università di Bologna – Scuola di Lettere e Beni Culturali e Transbook – Children’s Literature on the Move.

Come ogni anno sono moltissime le mostre e le iniziative che non dimenticano quattro grandi figure legate a Bologna: Magnus, Luigi Bernardi, Bonvi e Giorgio Morandi.

Per un calendario accurato fate riferimento al sito del Festival: www.bilbolbul.net

BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto
IX Edizione
a cura di Hamelin Associazione Culturale

19 – 22 novembre 2015

Bologna, sedi varie

Info: +39 051 233401
info@bilbolbul.net
www.bilbolbul.net

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi