Ti sarà inviata una password per E-mail
COMO | San Pietro in Atrio | 15 giugno – 7 luglio 2013

Intervista ad EMMA GRAVAGNUOLO di Viviana Siviero

ARTFORKIDS nasce nel maggio 2012 con lo scopo di avvicinare i bambini all’arte contemporanea. Opere selezionate, collezionate, esposte ed organizzate in mostre, in modo da essere apprezzate, fruite e acquistate prediligendo un pubblico bambino, con l’intento di creare veri e propri baby-collezionisti (aiutati dai loro “adulti di riferimento”); un pubblico anomalo e quanto mai interessante, una pratica intelligente, capace di educare al pregio e stimolare la creatività come null’altro potrebbe fare. Tutto, ovviamente, sulla base di giudizi impietosi dei più feroci fra i critici: i più piccoli. Le opere però non sono realizzate per i bambini quindi sono adatte a tutti! Abbiamo chiacchierato con Emma Gravagnuolo che insieme a Roberta Lietti, a Como, è Artforkids… Per la cronaca, Emma è mamma di Valeria (Lulù), piccola collezionista di Davide Nido, Roberta Savelli e Carolina Raquel Antich, mentre Roberta è mamma di Maddalena, bimba cresciuta e collezionista di Davide Nido, Federico Guida, Marco Grassi, Roberta Savelli, Vanni Cuoghi, Fulvia Mendini…

Crescere con un’opera d’arte, osservarla ogni giorno, farla diventare parte integrante della propria vita ci raccontate la nascita dell’idea e come sta procedendo il magnifico progetto?
L’idea è nata dall’osservazione di musei e gallerie sempre più spesso visitati dalle famiglie, per far nascere nei bambini l’amore e la sensibilità verso l’arte. Ed è così anche per le fiere, dove, per esperienza diretta abbiamo notato che sono proprio i figli ad avere l’ultima parola sulla scelta dell’opera da acquistare. Da qui l’obiettivo di proporre dipinti, disegni e sculture con cui i bambini possano diventare grandi e instaurare un rapporto continuativo. Renderli insomma dei “piccoli collezionisti”.
I lavori che selezioniamo non sono pensati dagli artisti (autori noti nel panorama nazionale e affini al nostro pensiero) per i bambini. Siamo noi a scegliere, nell’ambito della loro produzione artistica, quello che ci sembra possa essere apprezzato per soggetto, temi, formati anche da un pubblico più piccolo, stimolato e incuriosito da un dettaglio, da un particolare che scatena la loro immaginazione. È stata una scelta precisa anche quella di non avere una sede espositiva fissa. L’esordio è stata una collettiva nella galleria comasca di Roberta Lietti (socia del progetto ARTFORKIDS), abbiamo partecipato ad alcune fiere (Art Verona e Flash Art Events 01), esposto dei bellissimi ritratti di Marco Grassi nel negozio milanese di Stella McCartney e, ancora, fino a qualche settimana fa siamo state “ospitate” nella storica galleria milanese di Antonia Jannone.

Qual è stata la prima opera prescelta che è diventata poi la capostipite per le altre?
Non c’è stata “una prima opera”, ma un centinaio di lavori che hanno dato vita al progetto. Tutte sono state messe on line sul nostro sito.

E l’ultima acquisita?
Anche in questo caso non si può parlare di un’ultima opera, ma di una quindicina di lavori di Giovanni Motta e altrettanti di Marco Massimo Verzasconi.

Il 15 giugno inaugurerete un progetto molto interessante dal titolo Natura Ludens. Di cosa si tratta?
La collettiva che inaugurerà a Como San Pietro in Atrio, presenterà oltre una sessantina di opere incentrate sul tema della Natura Ludens, che sviluppano una lettura giocosa, libera della natura secondo diversi approcci artistici.

Quale pubblico vi aspettate?
Numeroso, interessato, attento, curioso… Speriamo sia una mostra visitata da giovani e non solo. Come dicevo, non essendo concepite appositamente per i bambini, le opere di ARTFORKIDS sono fruibili da un pubblico assolutamente eterogeneo.

Potete indicarci alcune opere chiave dell’esposizione, che coinvolgerà Alice Colombo, Luciano Civettini, Fulvia Mendini, Giovanni Motta, Marco Massimo Verzasconi e Aura Zecchini?
Luciano Civettini presenterà dei grandi inchiostri su carta, popolati da personaggi che si muovono leggeri, rimangono in quella età dove le cose nascondono ancora prodigiosi segreti e abitano una terra buffa quanto meraviglie. Alice Colombo ha preparato una serie di piccole tele lavorate con matite e collage a formare uno spazio etereo e surreale. Protagonisti sono alberi colossali, foreste fantastiche dove ogni apparizione rimanda a una realtà ulteriore, animali simbolici che accompagnano una piccola bambina leitmotiv di tutta la sua produzione. Fulvia Mendini, col suo linguaggio lineare e sintetico – influenzato dal graphic design, dall’illustrazione per l’infanzia e dalla tradizione dell’Arts and Crafts – ha dipinto fiori e piante bizzare e pappagalli dai rimandi mozartiani. Mentre Giovanni Motta con disegni e sculture amplifica la sua idea di fantasia soggettiva, di una natura sorprendente, davvero fuori dell’ordinario. Con un forte impatto visivo al limite del fiabesco il suo un alfabeto contemporaneo è contaminato dalla cultura nipponica, dallo stile cartoon e da colori vivaci rigorosamente impiegate a tinte piatte. Marco Massimo Verzasconi nei suoi dipinti rende concreto l’universo di Alice nel Paese delle Meraviglie. La luce e i colori diventano le presenze di un viaggio incantato tra luoghi ospitali, tra docili animali e delicati elementi naturali. La sua pittura è simile a una fiaba dai cieli tersi, dalle atmosfere sospese. Aura Zecchini mostra la vitalità del mondo vegetale mentre si sublima nella varietà del linguaggio pittorico; le infiorescenze naturali finiscono quindi per confondersi o camuffarsi con il brulicare degli insetti. Lo sguardo dell’artista-entomologa osserva quel popolo dell’erba, frenetico e indaffarato, che nasconde dettagli sorprendenti, quasi volesse accentuare la nostra inclinazione alla contemplazione e all’intimismo.

Qual è stata la frase più bella che un bambino vi ha detto relativamente a un’opera di collezione?
Una bambina, davanti a una piccola resina di Luciano Civettini, ha detto al papà che la accompagnava: “questo orsetto nella neve è uguale a quello che ho sognato ieri”.

Cosa vi fa sorridere?
Una mostra ben riuscita.

Artforkids

Natura Ludens
a cura di Emma Gravagnuolo e Roberta Lietti

16 giugno – 7 luglio 2013
Inaugurazione sabato 15 giugno, ore 18.30

San Pietro in Atrio
Via Odescalchi 3, Como

Orari: tutti i giorni 11.00 – 13.00 | 15.00 – 20.00

Info: www.artforkids.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi