Ti sarà inviata una password per E-mail
VENEZIA | sedi varie | 9-10-11 maggio 2013

Il Toolkit Festival, kermesse veneziana dedicata all’arte interattiva, curata da Martin Romeo, in collaborazione con A plus A Centro Espositivo Sloveno, con il patrocinio della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, il sostegno dell’Officina delle Zattere, di Ca’ Foscari Digital Week e della Municipalità di Venezia, inaugura oggi a Venezia.

L’appuntamento  che si terrà il 9, 10 e 11 maggio 2013 a Venezia ospiterà per il terzo anno di fila una tre giorni di mostre interattive, workshop e tavole rotonde dedicata al filone dell’arte contemporanea più sperimentale e all’avanguardia, con una rosa di artisti internazionali, scelti tra gli oltre 200 che hanno risposto al bando, da una giuria di esperti del settore. Karina Smigla Bobinski, artista interattiva polacca, Valerio Mannucci, curatore e editor di Nero Magazine, Daniele Spanò, curatore e rappresentante della Fondazione Romaeuropa, Fausto Tomei, autore del volume Arte Interattiva. Teoria e Artisti, hanno selezionato infatti i tredici partecipanti. Artisti provenienti da tutto il mondo, per una terza edizione del festival senza confini geografici, capace di riunire nella cornice di Venezia uno sguardo di insieme su questa espressione artistica contemporanea. Manifestazioni eterogenee che grazie a stimoli visivi/sonori/tattili sollecitano i sensi dello spettatore, vero protagonista delle opere di Anna Diaz/Jordi Planas (Spagna), Dimension+ (Hong Kong), Espaysantacruz Studio (Spagna), Anni Garza Lau (Messico), Nikolas Schmid-Pfaehler & Carolin Liebl (Germania), Lars Lundehave Hansen (Danimarca), Robert Mathy (Austria), Morast (Austria), Nohista (Francia), Ricardo O’Nascimento (Brasile-Italia), Lorenz Potthast (Germania), Daniel Schwarz (Germania) e Signal to Noise (Gran Bretagna).

Racconta il curatore Martin Romeo: “La terza edizione del Toolkit Festival è ormai rivolta all’ internazionalità: artisti provenienti dal Brasile, dal Messico e da altri Paesi fino ad Hong Kong, proporranno in un pugno di giornate un’impegnativa azione interattiva in un mix sperimentale di arte e tecnologia all’avanguardia composto di sculture elettroniche che respirano forme leggere come gli origami del collettivo Dimension+ o come le opere di Ricardo O’Nascimento & Ebru Kurbak dove un insieme di piume crea l’illusione di una nuvola che interagisce con il pubblico. Ci saranno poi opere più meccaniche, come il casco di Lorenz Potthast che permetterà di cambiare la propria percezione del tempo o come Robert Mathy che, virtualmente, insieme a Signal To Noise, connetterà gli spazi espositivi in un vero e proprio Percorso Contemplativo”.

Gli artisti esporranno in diversi luoghi della città, primo fra tutti la galleria A plus A Centro Espositivo Sloveno, Palazzo  Malipiero e per la prima volta presso l’Officina delle Zattere. Crescono anche i sostenitori del Festival: la Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, che ha dato il suo patrocinio al festival, ospiterà nello spazio di Palazzetto Tito un incontro sui temi della New Media Art a cui parteciperanno Mauro Arrighi, Sonia Cillari, Quayola e Stefano Coletto, mentre Ca’ Foscari Digital Week collaborerà insieme al Festival per quanto riguarda i workshop che saranno tenuti dagli artisti milanesi otolab e dotdotdot.

Toolkit Festival è dedicato all’arte interattiva e alle sue capacità di esplorazione, ricerca e sperimentazione attraverso l’uso della tecnologia e il suo rapporto con il pubblico. Fin dalla sua prima edizione (Venezia, 2011) propone un’attenta e capillare mappatura delle ricerche più contemporanee del settore. In breve tempo ha riscosso attenzione e successo nella comunità artistica locale e nazionale, coinvolgendo numerose istituzioni veneziane e non, così come professionisti nel campo della New Media Art. La terza edizione del Toolkit Festival punta a diventare sempre più internazionale e ad affiancarsi agli altri eventi di grande respiro culturale ospitati dalla città di Venezia durante il corso dell’anno.

Toolkit Festival
Festival di arte interattiva
a cura di Martin Romeo

PERCORSI CONTEMPLATIVI
Venezia, 9-10-11 maggio 2013

PROGRAMMA

9 MAGGIO 2013
Ore 10: apertura delle tre sedi espositive
Ore 17: Inaugurazione presso l’Officina delle Zattere
Ore 18: Inaugurazione presso A plus A Centro Espositivo Sloveno
Ore 21: cocktail party presso Palazzo Malipiero

10 MAGGIO 2013
Ore 18: talk dedicato alla New Media Art con Mario Arrighi, Sonia Cillari, Quayola e Stefano Coletto
Presso Fondazione Bevilacqua La Masa – Palazzetto Tito

11 MAGGIO 2013
Ore 10-18: esposizione dei lavori creati dagli studenti dei workshop con Otolab e dotdotdot
Ore 18: Incontro con gli artisti
Presso l’Officina delle Zattere, Fondamenta Nani, Dorsoduro 947

Workshop
9-10-11 maggio 2013
dalle 10 alle 18: workshop
presso l’Officina delle Zattere
I workshop saranno tenuti dai collettivi milanesi Otolab e dotdotdot. Con Otolab gli studenti avranno la possibilità di progettare il proprio liveset con il software Ableton Live. Con il gruppo Dotdotdot sarà realizzata un’installazione partecipata che coinvolgerà gli abitanti del sestriere e che terrà conto dell’ambiente architettonico circostante. I lavori creati durante i workshop saranno esposti al pubblico l’11 maggio presso l’Officina delle Zattere.
Deadline iscrizioni: 29 Aprile 2013

Sedi espositive
A plus A Centro Espositivo Sloveno, San Marco 3073
Officina delle Zattere, Fondamenta Nani, Dorsoduro 947
Palazzo Malipiero, San Marco 3079
Aperte al pubblico dalle 10 alle 18

Visite guidate
9-10-11 maggio 2013
Ore 10-18
Visite guidate nelle sedi espositive del Festival con mediatori culturali

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi