BOLOGNA | Arte Fiera | 27 – 30 gennaio 2017

di ALESSANDRA FROSINI

Una delle novità di questa edizione di Arte Fiera, diretta da Angela Vettese è il focus sulla fotografia. Una selezione di livello, con progetti artistici coerenti e convincenti, decisamente una delle parti più interessanti e fresche di tutta la fiera. Anche se molto limitata numericamente, pensando anche agli anni passati, in cui la fotografia era più presente con la diretta collaborazione con il MIA fair di Fabio Castelli, questa sezione, curata direttamente dalla Vettese, convince perché davvero aderente alla programmatica impostazione curatoriale dichiarata dalla direttrice come cifra stilistica della sua edizione, ma che difficilmente troviamo nella sezione arte moderna e contemporanea della fiera, sempre uguale a se stessa.

Nicolò Quirico, Vessillo per abitanti eroici, 2017, stampa fotografica su collage di pagine di libri d'epoca, cassetti tipografici, caratteri mobili in piombo, cm. 165 x 220 x 20_Courtesy XXS aperto al contemporaneo

Nicolò Quirico, Vessillo per abitanti eroici, 2017, stampa fotografica su collage di pagine di libri d’epoca, cassetti tipografici, caratteri mobili in piombo, cm. 165 x 220 x 20_Courtesy XXS aperto al contemporaneo

Sono 9 le gallerie di questa sezione, con proposte da non perdere, che v’invitiamo a scoprire nella nostra gallery fotografica.

Paulina Otylie Surys, The Garden of Earthly Delights (Heaven), 2017, mixed media photography, cm 90x120. Courtesy The public house of art

Paulina Otylie Surys, The Garden of Earthly Delights (Heaven), 2017, mixed media photography, cm 90×120. Courtesy The public house of art

Colpiscono le fotografie con innesti di colture batteriche del coreano Seung Hwan-Oh presentato da CreArte studio, le inquietanti realtà parallele di Sandy Skoglund in mostra da Paci Contemporary e il poetico ciclo sull’Oasi Zegna di Paolo Bongianino di Made4Art. L’olandese Public House of Art affascina con le atmosfere decadenti di Paulina Otylie Surys, mentre XXS propone Vessillo per abitanti eroici, una nuova e intrigante opera installativa fotografica di Nicolò Quirico.

Nello Spazio dell’editore Damiani colpisce un’interessante selezione vintage di Larry Fink con gli scatti che ritraggono Andy Warhol e celebri personaggi della Factory e il fascino dei Morandi’s Objects di Joel Majerowitz; da Valeria Bella i tagli di Todd Hido e gli scatti di Bruno Cattani rievocano luoghi come sogni densi di memoria, e fra le storiche proposte della milanese Contrasto, ci colpisce Irene Kung che fa emergere il lato scultoreo e “pensato” delle architetture.

Mustafa Sabbagh, Candido, Untitled_01, stampa fotografica lambda su dibond, cm 100x130. Courtesy MLB Home gallery

Mustafa Sabbagh, Candido, Untitled_01, stampa fotografica lambda su dibond, cm 100×130. Courtesy MLB Home gallery

Da segnalare il delicato lavoro di Mustafa Sabbagh e la giovane e talentuosa Anna Di Prospero proposti da MLB Home Gallery insieme all’atlante di sguardi inediti Atlas Italiae Silvia Camporesi, in mostra anche da Photographica Fineart di Lugano (sezione arte moderna e contemporanea). In fiera infatti la fotografia è presente anche in tante gallerie della main section: fra gli immancabili Luigi Ghirri, Olivo Barbieri, Mimmo Jodice, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico e Mario Giacomelli, troviamo anche le atmosfere sospese di Matteo Basilè (proposto da Guidi&Schoen e Marcorossi artecontemporanea) e i luoghi pensati graficamente di Luca Campigotto (Marcorossi artecontemporanea).

Bruno Cattani, Cesenatico (Bigliardino) - dal lavoro "Memorie", 2007, stampa lambda a colori, cm30x45. Courtesy Valeria Bella

Bruno Cattani, Cesenatico (Bigliardino) – dal lavoro “Memorie”, 2007, stampa lambda a colori, cm30x45. Courtesy Valeria Bella

Info: www.artefiera.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •