Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Fondazione Rivolidue | 6 maggio – 7 giugno 2014

F. W. J. Von Schelling diceva che “La natura è vita che dorme”. Apologia Vegetale di Serena Zanardi (Genova, 1978) prende le mosse da questa affermazione per dare vita con le sue opere ad un gioco di corrispondenze, rimandi e memorie che lega proprio natura e uomo. La mostra che la Fondazione Rivolidue di Milano dedica all’artista ligure comprende una selezione di sculture in ceramica che traggono origine da fotografie d’epoca, disegni, un’installazione sonora e una proiezione video, che indagano il legame tra memoria umana e memoria vegetale.

Serena Zanardi, Album muschio, 2013-2014, Misure variabili

L’interazione tra uomo e natura è infatti il punto focale di questa ricerca che mostra questi due “attori” che, continuando a scambiarsi i ruoli, si contaminano reciprocamente e intrecciano un rapporto indissolubile alla base della vita stessa. Il passaggio umano nel luogo naturale – come ci racconta la Zanardi – lascia segni tangibili che la natura cataloga e archivia; allo stesso tempo l’uomo recupera, attraverso il confronto con essa,  la memoria del suo “essere originario”, in una tendenza alla mimesi.

Serena Zanardi, Giappone#1, 2013-2014, Misure variabili

Il percorso espositivo propone nel piano di arrivo una serie di sculture ispirate a foto d’epoca dove l’elemento umano si fonde e si confonde con l’elemento naturale – l’artista ligure opera spesso seguendo questo processo che rende tridimensionali le immagini fotografiche – e altre fotografie di recente realizzazione scattate in un bosco. Al piano superiore si troverà un’installazione nella quale da un cumulo di terra, foglia e fascine di legno, nasce un suono in loop proveniente da una vecchia radio (installazione prodotta in collaborazione con Alessandro Marzola) e un grande disegno realizzato direttamente a parete, di un’ambientazione boschiva popolata da figure umane. Al piano inferiore verrà invece proiettato un video nel quale una misteriosa giovane donna appare e scompare mimetizzandosi con la natura, accanto ad esso, un album ottocentesco di fotografie la cui copertina richiama colore e texture del muschio che ricopre gli alberi.

Serena Zanardi, Maschera 2, 2013-2014, Misure variabili

Serena Zanardi. Apologia vegetale

6 maggio – 7 giugno 2014
inaugurazione martedì 6 maggio, ore 18.30

Fondazione Rivolidue
via Rivoli 2, Milano

Orari: dal martedì al venerdì 16.00-19.30; sabato 14.00 -19.30

Ingresso libero

Info: 02 84140208
info@rivolidue.org
www.rivolidue.org

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi