Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO La Triennale | 26 novembre 2015 – 6 marzo 2016

Il grande progetto espositivo, presentato alla Triennale di Milano e intitolato Ennesima. Una mostra di sette mostre sull’arte italiana, è una mostra singolare perché la sua unitarietà nasce dalla fusione di sette mostre, sette differenti percorsi che attraversano gli ultimi cinquant’anni di arte contemporanea in Italia.

Vettor Pisani, L’eroe da camera. Tutte le parole dal silenzio di Duchamp al rumore di Beuys, 1972, persona vivente, cavo d’acciaio, carrucola, catena, collare di cuoio, orologio, dimensioni variabili, Collezione Mimma Pisani Courtesy Archivio Elisabetta Catalano, Roma Foto Elisabetta Catalano

Composta da più di centosettanta opere a rappresentare oltre settanta artisti in un arco temporale che va dagli Anni Sessanta al presente, questa mostra occupa un ampio allestimento che si estende all’intero primo piano dell’istituzione milanese.
Ispirata dall’opera intitolata Ennesima (appunti per la descrizione di sette tele datate 1973) di Giulio Paolini, i sette singoli progetti si configurano, pur nella coerenza d’insieme, come autonomi tesi ad analizzare i percorsi, le affinità, le differente, i contenuti, … dell’arte italiana del nostro tempo; si offrono al pubblico in maniera sperimentale, come ricerche, ipotesi di lavoro, riletture di vicende artistiche che spaziano anche attraverso diversi format espositivi: dalla mostra personale all’installazione site-specific, dalla collettiva tematica a quella cronologica, da quella dedicata ad uno specifico movimento a quella su un preciso medium, fino a contemplare la mostra di documentazione.
In questa proposta, infatti, non si vogliono forzare connessioni, tematiche o stilistiche, cronologiche o generazionali, ma avviare una piattaforma di discussione sulla recente storia e produzione artistica in Italia.

Francesco Vezzoli, Embroidery of a Book: Young at Any Age, 2000, 33 stampe laser su tela in bianco e nero con ricami in filo metallico, 33.5x44 cm ciascuna, Collezione Gemma De Angelis Testa, Milano

Le sette mostre, vogliono allora essere suggerimenti, spunti di analisi e di interpretazione dell’arte italiana del presente, evitando una visione univoca, ma privilegiando e favorendo gli stimoli offerti da prospettive multiple, alimentandosi della loro parzialità, del campionario possibile di approcci diversi.
Nel percorso di scoperta lo spettatore viene indirizzato alla visione di sette mostre, non di una sola, raccogliendone ogni specificità. Queste possono, infatti, essere percepite come autonome e autosufficienti, e pure, in una prospettiva più ampia, con uno sguardo che le osserva e comprende tutte.
La natura plurale del progetto lo rende una meta-mostra: una mostra che riflette su se stessa e anche sul modo e l’estetica della prassi espositiva, in questo caso impegnata a leggere le diverse specificità dell’arte italiana e del suo sistema. 

Ennesima. Una mostra di sette mostre sull’arte italiana
a cura di Vincenzo de Bellis
direzione artistica Edoardo Bonaspetti, Curatore Triennale Arte
guida-catalogo edita da Mousse Publishing a cura di Vincenzo de Bellis con saggi di Cristina Baldacci, Lorenzo Benedetti, Barbara Casavecchia, Laura Cherubini, Vincenzo de Bellis, Eva Fabbris, Luigi Fassi, Francesco Garutti, Massimiliano Gioni, Andrea Lissoni, Luca Lo Pinto, Francesco Manacorda, Simone Menegoi, Paola Nicolin, Allegra Pesenti, Andrea Pinotti, Alessandro Rabottini, Letizia Ragaglia, Nicola Ricciardi, Alberto Salvadori, Marco Scotini, Andrea Viliani, Elena Volpato, Giorgio Zanchetti 

Artisti: Vincenzo Accame, Vincenzo Agnetti, Alessandro Agudio, Mario Airò, Yuri Ancarani, Giorgio Andreotta Calò, Francesco Arena, Stefano Arienti, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Vanessa Beecroft, Alighiero Boetti, Monica Bonvicini, Lupo Borgonovo, Ugo Carrega, Elisabetta Catalano, Maurizio Cattelan, Giuseppe Chiari, Francesco Clemente, Roberto Cuoghi, Danilo Correale, Gino De Dominicis, Patrizio Di Massimo, Luciano Fabro, Lara Favaretto, Vincenzo Ferrari, Linda Fregni Nagler, Giuseppe Gabellone, Alberto Garutti, Francesco Gennari, Paolo Gioli, Massimo Grimaldi, Adelita Husni-Bey, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Ketty La Rocca, Gruppo di Via Lazzaro Palazzi (Mario Airò, Enzo Buonaguro, Matteo Donati, Stefano Dugnani, Giuseppina Mele, Chiyoko Miura, Liliana Moro, Andrea Rabbiosi, Bernhard Rüdiger, Antonello Ruggieri, Adriano Trovato, Massimo Uberti, Francesco Voltolina), Marcello Maloberti, Lucia Marcucci, Nicola Martini, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Eugenio Miccini, Luca Monterastelli, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Alek O., Martino Oberto, Luigi Ontani, Luciano Ori, Giulio Paolini, Pino Pascali, Diego Perrone, Alessandro Pessoli, Lamberto Pignotti, Vettor Pisani, Michelangelo Pistoletto, Paola Pivi, Luigi Presicce, Carol Rama, Pietro Roccasalva, Andrea Romano, Gianni Emilio Simonetti, Rudolf Stingel, Santo Tolone, Franco Vaccari, Francesco Vezzoli, Luca Vitone

26 novembre 2015 – 6 marzo 2016

La Triennale di Milano
Viale Alemagna 6, Milano

Orari: da martedì a domenica 10.30-20.30 (la biglietteria chiude un’ora prima); lunedì chiuso

Info: +39 02 724341
www.triennale.org

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi