VENEZIA | Hotel Danieli | 23 luglio – 9 settembre 2015

Penelope, I mercanti di Giada (fronte)Con la mostra Forgotten spaces. All that is left behind il famoso Hotel Danieli di Venezia presenta un progetto che Penelope (Chiara Cocchi, 1983) ha concepito appositamente per il capoluogo veneto. L’artista ha percorso calli e angoli nascosti e quasi inaccessibili, visitato palazzi della città lagunare, andando a documentare aspetti e realtà sconosciuti al grande pubblico che ora ha modo di vedere e rivivere una Venezia misteriosa e ancor più sorprendente. Il ritratto che ne esce, percorsi questi luoghi celati, propone una dimensione visionaria e alchemica che sospende il panorama intimo veneziano in un’aura immateriale, incerta tra realtà concreta ed immaginazione artistica.
Penelope sviluppa la poetica dell’object trouvé che, connotato da peculiari caratteristiche estetiche, la conduce a una raffigurazione particolare, fondata su un’impronta onirica degli scorci cittadini. Individuati frammenti di elementi naturali consunti dal tempo, usurati e corrosi dagli agenti atmosferici, o pezzi architettonici e artistici rovinati e quasi disgregati, la giovane artista bolognese trova il modo per configurare la propria visione, vera e propria re-interpretazione di oggetti carichi di memoria, utili a diventare simboli iconici, come le soglie e le porte, che danno l’idea di un confine temporale, fisico, mnemonico e psichico.
Le sue superfici, con bordi irregolari, si pongono come ready made dadaisti e, dipinti e disegnati dalla stessa artista basandosi sulle foto scattate in laguna, acuiscono il “contatto” e la partecipazione fisica dello spettatore.
Penelope propone una mostra che tende a far sconfinare generi, tecniche ed elementi differenti, generando un metalinguaggio specifico che non solo percorre le tappe del suo concepimento, ma rende sempre incerto il limite della visione, ridefinendone sempre i confini. La mostra offre spunti di potente forza evocativa che, alimentata dal reciproco contrasto, guida l’osservatore ad un viaggio insperato nell’unicità assoluta della magia di Venezia.
Il celebre Hotel Danieli diventa l’ideale ambientazione di questa mostra che guarda all’incantevole fascino e bellezza dei luoghi nascosti e appartati di Venezia i quali, grazie a Penelope, tornano ad una nuova vita, dal silenzio in cui erano immersi, apparendo in tutto il loro fascino. L’artista apre un varco temporale e, tra passato e futuro, ri-consegna una storia ritrovata in tutta la sua poliedrica complessità.

Penelope, Crogiolo

Il percorso espositivo si snoda all’interno del rinomato hotel guidando i visitatori dalla maestosa hall del XIV secolo fino all’ultimo piano nella Wine Suite, l’elegante salone panoramico dedicato all’enogastronomia con vedute sulla città.
Con questa mostra l’Hotel Danieli conferma il suo sostegno a proposte artistiche innovative, garantendo e valorizzando quelle scelte tese a promuovere un’arte sperimentale e libera, capace di un continuo e costante rinnovamento culturale. 

Forgotten spaces. All that is left behind. Opere di Penelope
a cura di Olivia Spatola
testo critico di Beatrice Buscaroli

23 luglio – 9 settembre 2015
anteprima su invito giovedì 23 luglio 2015 ore 18.30
inaugurazione sabato 25 luglio 2015 ore 13.00-20.00 (incontro e visite guidate con l’artista)

Hotel Danieli
Sestriere Castello 4196, Venezia

Info: www.danielihotelvenice.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •