Ti sarà inviata una password per E-mail

MILANO | Galleria Bianconi | 4 aprile – 4 maggio 2016

Con un brunch domenicale la Galleria Bianconi, in occasione delle aperture straordinarie per il concomitante Miart, celebrerà con il pubblico intervenuto la mostra Ugo La Pietra. Cinque verdi urbani inaugurata lo scorso lunedì. Questa esposizione, dedicata al grande creativo la cui figura ha importanza internazionale per le sue ricerche che hanno anticipato molte delle visioni attuali nell’arte, nel design, nell’architettura e nell’artigianato, articola un ricco repertorio di dipinti, disegni, fotomontaggi e sculture in ceramica che diventa una sorta di riassunto complessivo sul tema del verde urbano che La Pietra ha sviluppato dal 1980 al 2016.
Dai primi anni Ottanta Ugo La Pietra ha indirizzato una certa parte della sua ricerca coniugando la concettualità del ventennio precedente con la spettacolarità e, in questo senso, l’ultimo trentennio ha portato il suo approccio tecno-poetico a modularsi su queste due concetti e a prendere come modello il “giardino del Settecento”, sia in misura diretta che come riferimento ideale. Lo stesso autore lo descrive come “luogo per una piacevole sosta (spettacolarità) e per la contemplazione (concettualità)”.

Ugo La Pietr, Verde Numero Due, Libro aperto, 2014 Courtesy l’Artista e Galleria Bianconi

Ugo La Pietr, Verde Numero Due, Libro aperto, 2014 Courtesy l’Artista e Galleria Bianconi

Lavorando sempre fuori da logiche prestabilite, La Pietra riflette quindi su Il giardino delle delizie, un’interpretazione critica e radicale del verde urbano; sul suo personale concetto di Bosco in città, alternativa al “giardino verticale”; sugli Orti urbani, stimolo a coltivare i moltissimi spazi disponibili nei centri urbani; fino ad arrivare agli Erbari e ai Transgenici in cui si legge il desiderio di promuovere soluzioni progettuali imprevedibili, pur plausibili, rispetto al paesaggio metropolitano.
Questi cinque verdi urbani corrispondono ad altrettante serie: Colti dal mio giardino (verde numero uno), Erbario: libri aperti (verde numero due), Orti urbani / bosco in città (verde numero tre), Il giardino delle delizie (verde numero quattro), Transgenici (verde numero cinque), le quali si configurano come altrettante esplorazioni/riflessioni sul verde, una mappatura di luoghi che l’autore traccia osservandoli e descrivendoli con la sua consueta e nota eleganza ed ironia.
Queste realtà fisiche si ripropongono con segni e sperimentazioni oltre l’estetica, a restituire alla società lo stimolo per tornare a conciliare ambito urbano con un verde abitabile.

Ugo La Pietra. Cinque verdi urbani
a cura di Alberto Zanchetta 

4 aprile – 4 maggio 2016
Brunch domenica 10 aprile ore 11.00-15.00

Galleria Bianconi
via Lecco 20, Milano

Orari: lunedì a venerdì 10.30-13.00 e 14.30-19.00; in occasione di Miart 2016 apertura straordinaria da giovedì 7 aprile a domenica 10 aprile orario continuato 10.00-19.00

Info: +39 02 22228336
info@galleriabianconi.com
www.galleriabianconi.com

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi