Ti sarà inviata una password per E-mail
SCANDICCI (FI) | Teatro Studio | febbraio-giugno 2014

Si avvierà domani Piece, un ciclo di performance che animerà fino a giugno la programmazione del Teatro Studio di Scandicci (FI), presentando un nucleo di autori contemporanei italiani che, con la loro ricerca, stanno affermando nuovi fronti sperimentali di questo linguaggio. L’azione diretta, variabile in funzione del contesto, del pubblico che vi partecipa, della tensione di chi l’interpreta e dei loro autori, mette in campo sollecitazioni che conducono a inattese significazioni e stimoli: Piece (pezzo) è il senso di questa azione che cerca di ritrovare quei contributi e processi di rapporto diretto in seno ad una forma attiva di arte. Gli autori, tutti italiani come detto, sono stati scelti in funzione della qualità della loro ricerca che porta a contributi nuovi nella definizione di un’estetica – tutta italiana – della performance. I protagonisti sono Francesca Grilli, Luigi Presicce, Ruben Montini e Alexander Pohnert, Mauro Stagi, Virginia Zanetti che della performance fanno epicentro del loro lavoro e non un accessorio virtuosistico o episodico.

Mauro Stagi, Share

Ad avviare il ciclo sono Ruben Montini e Alexander Pohnert con Can you please hug me, performance inedita e realizzata espressamente per Piece, che pone al centro l’idea di resistenza e fiducia, in cui, attraverso la comprensione reciproca, i due artisti sono coinvolti in un’intesa, sensuale ed estenuante, prova fisica. Al centro la fisicità del corpo: protagonista assoluto, si manifesta con il suo peso, la sua struttura, la sua misura di tramite e di ostacolo. Una grammatica, quella praticata dai due artisti, che si origina dalle prove storiche della durational performance, ma che vuole spostarsi e proporsi sempre su nuove ri-definizioniDei due artisti saranno offerti al pubblico anche alcuni lavori e documenti video relativi al loro percorso individuale tra cui, mostrato per la prima volta, Erdbeeren und Himbeeren (2014).

Ruben Montini e Alexander Pohnert, Erbeeren und Himbeeren, 2014 Courtesy gli artisti

Accanto a Piece viene proposto anche un progetto formativo rivolto ai giovani dell’area fiorentina: quindici tra artisti e studenti under 30, scelti dalle facoltà di formazione artistica, si confronteranno direttamente con gli artisti di Piece e seguiranno, inoltre, seminari tenuti da diversi altri artisti e studiosi. In giugno, in chiusura della programmazione, verrà presentata Pieces, serata dedicata alle performance sviluppate dai giovani artisti a conclusione di questa importante occasione formativa. 

Piece. Percorsi della performance
direzione artistica Giancarlo Cauteruccio
a cura di Pietro Gaglianò
produzione di Teatro Studio Krypton
con il sostegno di Regione Toscana nell’ambito del progetto di iniziativa regionale Toscanaincontemporanea2013
partner Accademia di Belle Arti, Firenze; Libera Accademia di Belle Arti (LABA), Firenze 

febbraio-giugno 2014 

Programma:
26 febbraio
Ruben Montini e Alexander Pohnert – “Can you please hug me” 

26 marzo
Mauro Stagi – “Share” 

2 aprile
Virgina Zanetti – “Il corpo chiede” 

21 maggio
Luigi Presicce – “Allegoria astratta dell’atelier del pittore all’inferno tra le punte gemelle” 

28 maggio
Francesca Grilli – “Arriverà e ci coglierà di sorpresa” 

giugno (data da definire)
Pieces”

Teatro Studio
via Donizetti 58, Scandicci (FI) 

Orari: per tutte le performance ore 21.00, salvo diversa segnalazione
Ingresso libero 

Info: +39 055 7591591
www.teatrostudiokrypton.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi