Ti sarà inviata una password per E-mail
MATERA | MUSMA (Museo della Scultura Contemporanea. Matera) | 13 luglio – 5 ottobre 2013

Aperta lo scorso sabato, la mostra estiva del MUSMA è dedicata alle opere di Giuseppe Uncini (1929-2008), sicuramente tra i più originali e attivi protagonisti dell’arte contemporanea italiana a livello internazionale, e  personalità dal carattere innovatore e sperimentatore di nuovi linguaggi. Le sue opere nascevano da uno studio attento e mirato, tanto che ogni suo lavoro può essere pensato, in qualche misura, come una struttura architettonica con la quale poter “costruire” lo spazio. Per lui, infatti, era come realizzare “costruzioni di un sogno con le fondamenta” e dare quindi concretezza all’arte. Per lo stesso Uncini la scultura possedeva, infatti, due vite: una rappresentata da quella che lui riusciva a darle con i suoi “criteri” di estetica, di spazio e di poesia, mentre l’altra era quella dovuta all’uso quotidiano, vero, concreto della cosa. A lui interessava caricare i vuoti di umori con momenti poetici, voleva, quindi, farne delle cavità dense di avventure esistenziali.
Se della sua opera sono conosciute le celeberrime sculture, in cui il ferro e il cemento sono protagonisti, cosa che ha evidenziato la specificità del suo lavoro che si fonda su una grammatica compositiva propria e autonoma, quest’esposizione si concentra invece sulle maquette e i disegni che hanno attraversato la sua lunga carriera artistica. In mostra non ci saranno le opere scultoree, ma l’attenzione si pone proprio sull’analisi della progettualità  e sul pensiero ideativo di Uncini attraverso l’esplorazione di disegni, carte e maquette.
Le maquette esposte in questa mostra sono modelli dei Ferrocemento, delle Ombre, delle Dimore, delle Strutturespazio che rendono lo spettatore partecipe dell’opera d’arte. Sono progetti “pensati con le mani”, come in un cantiere di architettura o in un laboratorio di scenografia, quindi non chiusi e definitivi, perché pronti a scatenare l’immaginazione e la creatività di chi li osserva. Sono “geometrie per cogliere e costruire idee”, immaginate nelle loro dimensioni reali e collocate in spazi aperti.
L’esposizione è arricchita da un nutrito gruppo di disegni, dal 1958 al 2006 – Terre, Cementi, Acquarelli, Collage – destinati ad essere poi realizzati come sculture, ma anche a rimanere opere d’arte autonome. Questi passaggi sono scanditi da immagini e documenti, raccolti nella Biblioteca Scheiwiller, utili per mettere in luce il lungo percorso di Uncini, i suoi maestri, i suoi compagni di strada, le sue amicizie.
La mostra dedicata ad Uncini rientra, dopo quelle antologiche dedicate a Nicola Carrino, Nato Frascà e Pasquale Santoro, nel ciclo di esposizioni dedicate al “Gruppo 1”, di cui Uncini, con gli altri autori, è stato tra i fondatori.

Giuseppe Uncini. Le maquette e i disegni dal 1958 al 2006
a cura di Adele Cicchitti

13 luglio – 5 ottobre 2013

MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea Matera
Palazzo Pomarici Via San Giacomo (Sasso Caveoso), Matera

Orari: martedì-domenica 10.00 -14.00 e 16.00-20.00. Chiuso lunedì (eccetto festivi)
Ingresso: intero Euro 5,00 (mostra temporanea e collezione); ridotto Euro 3,50

Info: +39 366 9357768
info@musma.it
www.musma.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi