Ti sarà inviata una password per E-mail
LECCE | Must – Museo Storico della Città di Lecce 5 aprile – 26 aprile 2014

Il Museo MUST ospita la mostra intitolata Acqua che, con opere e interventi site-specific di sette artisti, prende come tema di riflessione proprio questo elemento primigenio declinato nelle diverse interpretazioni dei lavori degli artisti partecipanti.
L’acqua, fonte di vita e di energia, ha sempre stimolato l’immaginario e la fantasia degli artisti che, spesso nel panorama contemporaneo, l’hanno proposta attraverso opere che cercavano un dialogo stretto – se non un vero e proprio coinvolgimento – con il fruitore.

Installazione di Michele Giangrande

La mostra accoglie i visitatori calandoli in un’atmosfera buia e oscura dove il percorso di scoperta e lettura dell’allestimento e della mostra stessa verrà scandito dalle emissioni luminose delle opere esposte che lasceranno immergere lo sguardo dentro la loro conturbante apparizione.

Sarah Ciracì, Waterhed, frame da video Courtesy Eclettica cultura dell'arte

Sarah Ciracì presenta un video con un racconto scandito dalle voci di Maurice Nio, Filippo Timi e Nichi Vendola attorno alle diverse accezioni dell’acqua, analizzata secondo il profilo della natura, della spiritualità e del bene comune. Nello stesso ambiente si trova l’installazione sonora di Stefano Urkuma De Santis che rimanda al lento sgocciolare di un vecchio recipiente della tradizione contadina; quindi si incontra Paola Mancinelli con un intervento poetico-visuale allusivo alla percentuale di litri d’acqua contenuti nel suo corpo e, infine, la scultura di Lucia Rotundo che, quasi impalpabile, rimanda alla prerogativa principale e intrinseca dell’acqua: la trasparenza.

Installazione di Giulio De Mitri (particolare)

Giulio De Mitri, con la grande installazione composta da tre stelle luminose, guida, attraverso la loro luce eterea e immateriale, al mondo del mare, solcato per millenni da viaggiatori che alle stelle hanno affidato la loro rotta. Ritorna il tema del mare anche in Raffaele Quida che, con la sua installazione minimale, predispone due elementi in ferro giustapposti i quali, emettendo fasci luminosi, rievocano le maree. Sempre con elementi minimali, questa volta in ceramica, Michele Giangrande, invece, definisce idealmente il profilo di un pozzo, luogo di sussistenza ma anche immagine dal forte potere simbolico.
La mostra è accompagnata da un catalogo progettato da Pietralocale, con il testo critico del curatore, le immagini delle opere in mostra e gli apparati bio-bibliografici dei sette artisti invitati. La mostra rientra nell’ambito del progetto espositivo MUSTinART e della candidatura della Città di Lecce a “Capitale europea della cultura 2019”. 

Acqua
mostra e testo critico a cura di Lorenzo Madaro
ideato da Co.61
progetto promosso da Settore Cultura del Comune di Lecce nell’ambito della programmazione di MUSTinART
coordinatore del progetto Gianmichele Arrivo 

Artisti: Sarah Ciracì, Giulio De Mitri, Michele Giangrande e Raffaele Quida
con i contributi di Stefano Urkuma De Santis, Paola Mancinelli e Lucia Rotundo 

5 aprile – 26 aprile 2014

Must – Museo Storico della Città di Lecce
Ex Monastero di Santa Chiara, via degli Ammirati 11, Lecce 

Orari: tutti i giorni 10.00-20.00; chiuso lunedì 

Info: +39 380 1780693
Ufficio Cultura Comune di Lecce: +39.0832.682988; +39.0832.682984 (dal lunedì al venerdì 8.30-13:30; il martedì 15.30-17.30)
info@mustlecce.it
www.mustlecce.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi