Ti sarà inviata una password per E-mail
MILANO | Palazzo Reale | 18 novembre 2014

The Nude Prize. Premio Furla 2015 (manifesto creato da Vanessa Beecroft)Viene presentata oggi la decima edizione del Premio Furla intitolata The Nude Prize, premio biennale dedicato ai giovani artisti emergenti italiani che quest’anno arriva a Palazzo Reale di Milano. Il Premio, organizzato e promosso dalla Fondazione Furla, si trasferisce quindi nel capoluogo lombardo stringendo una partnership con l’Assessorato alla Cultura e Palazzo Reale, in collaborazione con Fondazione Querini Stampalia, Venezia, miart e Viafarini.
L’artista Vanessa Beecroft – oltre ad aver fornito anche l’immagine guida del premio – è la madrina d’eccezione che presiede la giuria internazionale che nominerà oggi il vincitore, dopo aver valutato tra le proposte dei progetti dei cinque artisti finalisti individuati. Novità di questa edizione, gli artisti sono stati presentati da cinque giovani curatori italiani in coppia con un guest curator straniero di fama internazionale.
Il vincitore, oltre alla possibilità di lavorare in una residenza d’artista all’estero, potrà realizzare il suo progetto grazie al sostegno di Fondazione Furla, l’opera, quindi, sarà concessa in comodato al Museo del Novecento di Milano, dopo essere stata presentata in occasione di miart nell’aprile del prossimo anno e esposto poi a maggio alla Fondazione Querini Stampalia di Venezia in concomitanza con la 56. Biennale di Arti Visive.
Tema del premio, e titolo dell’edizione 2015, The Nude Prize – ideato da Vanessa Beecroft in collaborazione con il gallerista Jeffrey Deitch – apre ad una riflessione sul senso del mettersi a nudo, da parte di un artista, quando, partecipando ad un premio, si espone al giudizio altrui. Il nudo poi resta tema fondamentale nella storia dell’arte e del lavoro della stessa Beecroft, che ha riflettuto su questo come mezzo, anche in un’accezione contemporanea, per indagare l’identità e la profondità dell’animo umano.
Dichiara Jeffrey Deitch:

“Il nudo è uno dei motivi classici dell’arte, che risale al mondo antico e Vanessa Beecroft ha mostrato come questo motivo tradizionale può essere reinventato da una prospettiva contemporanea. L’arte più convincente celebra e contemporaneamente sovverte la tradizione artistica.”

Chiara Bertola, ideatrice e curatrice del Premio, osserva:

“L’essere nudo allude quindi alla purezza e alla verità di sè che l’artista è chiamato a manifestare; una forma di nudità che si può esprimere quando esiste libertà di creazione, in una dimensione di agonismo positivo, non ancora toccato dalle logiche di sistema: una condizione che il Premio Furla ha sempre cercato di offrire fin dalla sua nascita.”

Giovanna Furlanetto, presidente di Fondazione Furla e Furla S.p.A. ha sottolineato come, la scelta di portare il Premio a Milano evidenzi ulteriormente quanto, la passione e l’impegno profusi in questo progetto maturato e cresciuto nella sua storia ormai quindicennale, trovi proprio in Milano, da sempre città con una visione internazionale, attenta e sensibile, ai linguaggi della contemporaneità, la vetrina giusta in cui continuare a sostenere le ricerche degli artisti emergenti in Italia.

The Nude Prize. Premio Furla 2015
curatore e ideatore del Premio Chiara Bertola
enti promotori Fondazione Furla, Comune di Milano – Cultura
in collaborazione con Fondazione Querini Stampalia Onlus, Palazzo Reale, miart, Viafarini
comitato scientifico Chiara Bertola, Giacinto di Pietrantonio, Gianfranco Maraniello, Viktor Misiano, Diego Sileo
artista madrina Vanessa Beecroft
curatori Selezionatori Branka Bencic (Croazia), Virginie Bobin (Francia), Viviana Checchia (Foggia), Alessandro Facente (Anzio), Simone Frangi (Como), Chelsea Haines (Stati Uniti), Sofia Hernandez Chong Cuy (Messico), Tara MecDowell (Stati Uniti), Antonello Tolve (Melfi), Chiara Vecchiarelli (Belgio)

Artisti finalisti: Luigi Coppola (selezionato da Viviana Checchia e Tara MecDowell), Maria Adele Del Vecchio (selezionata da Antonello Tolve e Branka Bencic), Francesco Fonassi (selezionato da Chiara Vecchiarelli e Sofia Hernandez Chong Cuy), Maria Iorio e Raphael Cuomo (selezionati da Simone Frangi e Virginie Bobin), Gian Maria Tosatti (selezionato da Alessandro Facente e Chelsea Haines)

Novembre 2014
Annuncio e proclamazione del vincitore
Palazzo Reale, Milano 

Aprile 2015
Presentazione Premio Furla 2015
miart, Milano 

Maggio 2015
Mostra dedicata al progetto Vincitore
in concomitanza con la 56. Biennale d’Arti Visive di Venezia
Fondazione Querini Stampalia, Venezia

Info: Segreteria organizzativa
Fondazione Furla
Via Bellaria 3/5, San Lazzaro di Savena (BO)
info@fondazionefurla.org
www.fondazionefurla.org
www.comune.milano.it/palazzoreale

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi