GARDONE RIVIERA (BS) | Vittoriale degli Italiani | 17 luglio – 31 ottobre 2015

Nell’incantevole cornice del Vittoriale degli Italiani si presenta al pubblico un mostra che, nell’ambito del palinsesto Expo Belle Arti, promosso da Regione Lombardia in occasione di Expo Milano 2015, il quale distribuisce in dieci differenti location (quasi padiglioni esterni) varie letture del nostro patrimonio artistico-culturale, riprende il tema del rapporto che Gabriele d’Annunzio aveva con le arti figurative.
Questa relazione, ormai assodata e ampiamente studiata e analizzata dalla critica, che ha portato alla distinzione di due differenti filoni di ricerca, uno incentrato sul d’Annunzio collezionista, e l’altro quello del poeta che ammira e si ispira all’arte, si connette strettamente non solo alle vicende letterarie del maestro, ma le intreccia anche a quelle delle arti figurative tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo.

Francesco Nonni, Damina fascista

Dopo la mostra del 1988 a Gardone intitolata Gabriele d’Annunzio e la promozione delle Arti in cui si considerava questa correlazione sul presupposto di frequentazioni e scambi diretti che riduceva il novero delle conoscenze ad una cerchia ristretta di artisti, con questa mostra, attraverso i recenti studi, si vuole dimostrare come quella relazione avesse un numero di contatti e scambi superiore a quanto conosciuto o ipotizzato.
Lo stesso Vittoriale, con il sovrabbondante inserimento di decori e oggetti, stigmatizza la passione di d’Annunzio per la scultura che, tra tutte le ricche presenze, accede e dilaga ad ogni angolo e stanza della casa, sottolineando il suo interesse per i linguaggi artistici “contemporanei”.
La mostra si muove partendo dai dati conosciuti per far riaffiorare, con ricerche d’archivio, i legami nascosti e sepolti, e, al contempo, studiando l’immenso patrimonio contenuto nella villa, si è potuto recepire anche quelle altre connessioni con artisti che sono venuti a contatto con lo stesso d’Annunzio. Sono esposti una cinquantina di nomi rappresentati da 82 opere in allestimento, attraverso cui si può avere quello straordinario spaccato della peculiare situazione della scena culturale italiana tra Otto e Novecento, letta, in questo caso, con il gusto e le sensibilità dannunziane. 

Anima e Materia. Gli scultori di d’Annunzio
a cura di Vittorio Sgarbi e Alfonso Panzetta
con il finanziamento di Regione Lombardia 

17 luglio – 31 ottobre 2015

Vittoriale degli Italiani
via Vittoriale 12, Gardone Riviera (BS)

Info: www.expobellearti.regione.lombardia.it
www.vittoriale.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •