Ti sarà inviata una password per E-mail
BOLOGNA | OltreDimore | Fino al 16 marzo 2013

di MATTIA ZAPPILE

Cinque donne, cinque artiste. Fino al 16 marzo presso la Galleria OltreDimore di Bologna, un percorso ricco di spunti eterogenei, ma fortemente centrato nella costruzione di una organicità estetica e tematica, che indaga con grande eleganza e senza pretese saggistiche o sistematiche le possibilità della resistenza artistica e personale all’interno della spazio reale.
Maria Crispal, Silvia Giambrone, Chiara Mu, Francesca Romana Pinzari e Francesca Pizzo, artiste abituate a lavorare tanto sul proprio corpo quanto sulla suo doppio digitale, creano uno spazio dove spicca l’indice della femminilità, metabolizzato e restituito all’interno di un discorso sulle possibilità della sopravvivenza e dell’arte come reazione espressiva e autoaffermazione della personalità e corporalità.

Quasi fosse un sottile film che avvolge lo spazio della galleria e le opere stesse, una membrana di cui solo l’artista carpisce i segreti congela, nella galleria bolognese, un iter di iperstimolazione estetica multisensoriale e multimediale che riesce, nonostante tutto, a darsi nella sua totalità e purezza.
La violenza coercitiva che ritorna come tema nelle diverse opere delle artiste, diventa un mantra ripetitivo che si ripropone come in forme modulari nelle video installazioni. Il risultato della stratificazione degli input è la nascita di uno spazio simbolico, simbolista, con i suoi giochi onomatopeici, i rimandi incrociati e le sovrapposizioni ermeneutiche. Seduto al centro della sala l’osservatore si ritrova in quel punto dove le onde sonore e visive di video, fotografie, luci e immagini si sovrppongono generando nuove frequenze e lunghezze come fenomeno collaterale della semplice gestualità del darsi all’interno di uno spazio eterogeneamente coabitato e plasmato. La permanenza dell’identità dell’artista, nel mondo là fuori come nel piccolo spazio di una mostra, la possibilità che il messaggio superi il rumore tra l’emittente e il destinatario giungendo intatto e non tradito, sono le domande che le cinque artiste hanno posto alla base del loro percorso poetico e pragmatico e qui ripropongono senza portare riposte prefabbricate, anzi riconoscendo la fragilità di qualsiasi forma di assertività sistematica.

NONOSTANTE TUTTO
Maria Crispal, Silvia Giambrone, Chiara Mu, Francesca Romana Pinzari, Francesca Pizzo

a cura di Raffaele Gavarro

26 gennaio -16 marzo 2013

Galleria OltreDimore
Piazza San Giovanni in Monte 7, Bologna

Info: +39 051 6449537
www.oltredimore.it
info@oltredimore.it

 

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi