Ti sarà inviata una password per E-mail
RIVARA (TO) | Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea | 24 maggio – 8 novembre 2015

Il Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea inaugura la sua nuova stagione con una nuova serie di room installation con le quali celebra i suoi trent’anni di impegnata attività.
Artefice del successo di questo luogo è il dinamico Franz Paludetto che, nel 1985, con l’amico Aldo Mondino scoprì questa antica dimora – allora versava in pessime condizioni – e con l’intuizione di un critico e la passione del visionario ha saputo trasformarla in quella realtà che oggi tutti noi ben conosciamo. In questi anni ha reso il castello la sede principale della sua attività di gallerista, ma anche di curatore, di mentore e scopritore di talenti animando le sale di questo luogo con una variegata e ampia suggestione di presenze, specchi dei linguaggi dell’arte di oggi.

Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea, Rivara (TO)

Le mostre che sono state presentate a Rivara hanno lasciato un segno e un’impronta molto forte non solo per questo luogo, ma anche per il percorso degli artisti, per la storia artistica italiana di oggi (molte opere e ricerche qui sono state presentate per la prima volta in Italia) e per il pubblico che nel tempo si è accresciuto e arricchito, consolidando l’interesse e l’affetto per la qualità alta delle proposte che qui ha sempre trovato.
L’arte, qui, ha accresciuto il suo fascino e la sua attrattiva, creando, nelle opere di tutti gli artisti, che vi hanno esposto, quella peculiare contaminazione e magia che si rende vivace e interessante come negli incontri speciali.
Umberto Cavenago e Hermann Nitsch, Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea, Rivara (TO)

Va detto che centotrent’anni prima dell’arrivo di Paludetto, qui si viveva una storia del tutto analoga: l’eclettico artista ed intellettuale Carlo Pittara, avuta la stessa folgorazione per il maniero, richiamò un gruppo di artisti italiani (l’Italia avrebbe guadagnato di lì a poco l’agognata unità) ed europei avviando un cenacolo-movimento cultural-artistico di respiro e rilevanza internazionale.
Con il medesimo spirtito Franz Paludetto concede l’immenso patrimonio delle opere del Museo d’Arte Italiana del Castello Medievale che oggi si completa e arricchisce con le nuove room installation di quegli artisti che hanno animato l’ambiente torinese tra gli Anni ’80 ad oggi.
Dal precedente storico all’attività odierna la storia del Castello di Rivara continua e si rinnova con lo stesso spirito e freschezza che l’hanno sempre contraddistinta.

Castello Vecchio. La casa di Carlo Pittara, 1800 

Museo d’Arte Italiana 1985-2015. 30 anni d’arte contemporanea

24 maggio – 8 novembre 2015
Inugurazione su invito 24 maggio 2015 dalle ore 10.00 

Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea
Piazza Sillano 2, Rivara (TO) 

Orari: venerdì 15.00-19.00; sabato e domenica 10.00-13.00 e 15.00-19.00 o su appuntamento

Info: +39 0124 31122
info@castellodirivara.it
www.castellodirivara.it

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di tali cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi